Studio di un'antenna a dipolo per applicazioni RFID a 2.45 GHz: indagine numerica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Sistemi RFID 1.1 Un pò di storia.... FONTI: [3] [4]1 La nascita della RFID si può far risalire con la scoperta e lo studio delle onde elettromagnetiche. Il 1800 segnò l’inizio dei fondamenti dell’energia elettromagnetica e fino al 1900 numerosi scienziati si susseguirono in questi studi. Nel 1906, Ernst F.W. Alexanderson generò e trasmise segnali radio ad onde continue CW. Questi segnali erano alla base delle comunicazioni radio, dove tutti i parametri delle onde erano controllabili. All’inizio del XX secolo, nel 1922 circa, ci fu l’invenzione del radar che, durante la Seconda Guerra Mondiale, ebbe un significante sviluppo tecnico. Il radar sfrutta la riflessione delle onde radio per identificare, localizzare, determinare la posizione e la velocità di un oggetto. La RFID è la combinazione della tecnologia radio e del radar, si ha quindi la convergenza tra queste due discipline. L’era della RFID inizia nell’ottobre 1Alcune parti di questo paragrafo sono state tratte da fonti che non sono [3] e [4], ma che sono andate perdute. 8

Anteprima della Tesi di Michele Patassini

Anteprima della tesi: Studio di un'antenna a dipolo per applicazioni RFID a 2.45 GHz: indagine numerica, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michele Patassini Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1052 click dal 15/10/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.