La formazione delle famiglie affidatarie come nuovo progetto pedagogico di accoglienza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5      Introduzione Profonde trasformazioni negli ultimi anni hanno riguardato il contesto familiare in cui sono inseriti bambini e ragazzi. Le carenze familiari sono molto spesso alla base di quelle difficoltà nel processo di crescita del ragazzo che causano profonde situazioni di disagio e rendono difficile la costruzione di una reale identità personale e sociale. Una famiglia realmente capace di assolvere compiutamente alla propria funzione di personalizzazione e di socializzazione è infatti essenziale per lo sviluppo del bambino. Essa costituisce la comunità personalizzante per eccellenza in quanto, nell'affetto, dà al ragazzo il senso di essere un soggetto amabile ed amato e di costituire perciò un "valore"; gli dona quella sicurezza che è indispensabile per un adeguato sviluppo psicofisico; gli rivela, nel rapporto con l'altro, il senso della sua identità, e gli permette di rapportarsi con il mondo esterno, che da un lato struttura la personalità e dall'altro evita il pericolo che si chiuda e si ripieghi su se stesso; gli consente, attraverso un forte ancoraggio alle persone che attivamente si curano di lui, di affrontare e superare le frustrazioni, le delusioni, le angosce, i sensi di colpa, i sensi di impotenza, le paure di cui è costellata la prima esperienza di vita. Non sempre però la famiglia sa essere realmente costruttiva: non infrequentemente essa anzi può essere pericolosamente distruttiva; non sempre è il "nido d'amore", perché può anche essere un "nido di vipere".

Anteprima della Tesi di Marianna Albano

Anteprima della tesi: La formazione delle famiglie affidatarie come nuovo progetto pedagogico di accoglienza, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Marianna Albano Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2339 click dal 15/10/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.