Skip to content

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Parte Prima Una parentesi della storia 1.1.1 L’Impero cinese: centro geopolitico dell’Asia orientale I cento anni che vanno dal 1839 al 1949 sono conosciuti in Cina come il “secolo delle umiliazioni”. Tale denominazione dovrebbe rendere abbastanza chiaramente l’idea delle drammatiche vicissitudini cui sarebbe andato incontro l’impero cinese in questi decenni. Con essi, la Cina non solo avrebbe perso il suo primato mondiale in termini economici, ma, divenendo una sorta di semicolonia, sarebbe stata di fatto privata di una politica estera autonoma, vedendo il suo ruolo di “centro” della politica asiatica fortemente ridimensionato. Tralasciando i dati di natura economica, che ai fini del discorso generale interessano relativamente, questa prima parte sarà dedicata principalmente al tentativo di riassumere brevemente le fasi attraverso le quali l’”Impero di Mezzo” avrebbe perso la sua centralità geopolitica nei confronti della regione asiatica e, come conseguenza di ciò, il suo ruolo tradizionalmente rilevante in Asia centrale. Per l’Impero di Mezzo dunque, questo sarebbe stato un secolo di drammatici sconvolgimenti e di assolute novità: tra quest’ultime, tuttavia, quasi certamente non andrebbero annoverate la conquista e la dominazione straniera. Da tempo immemorabile, infatti, la Cina sarebbe stata soggetta a quelle che, lo studioso Owen Lattimore, definiva le “pressioni” della frontiera settentrionale dell’Impero, operate da popolazioni nomadi e seminomadi che vivevano al di là del confine tracciato dalla Grande Muraglia: “Dal tempo dell’unificazione dell’impero sotto Ch’in e per tutti i secoli che seguirono con le varie, alterne fortune delle dinastie, ritengo sia necessario tener conto di questa spinta della frontiera non meno che della pressione sulla frontiera delle tribù barbare, pressione che andava dalle piccole incursioni all’invasione e alla conquista” 34 . La dinastia mancese Qing, che dal XVII secolo regnava sulla Cina, potrebbe a grandi linee essere definita, in quanto dinastia d’origine straniera, come l’ennesimo prodotto di tali pressioni. Sennonché, essendo distinti dall’etnia cinese propriamente detta, l’etnia Han, i nuovi conquistatori mancesi non rappresentavano che una delle tante minoranze nazionali all’interno del più vasto territorio statale: tuttavia, aspetto ulteriormente paradossale di tale conquista, i Qing governavano secondo le stesse regole delle dinastie precedenti e, in conseguenza del loro assorbimento entro il sistema poltico-ideologico cinese, il loro potere imperiale era fondato sui medesimi principi derivanti in primo luogo dai testi classici confuciani 35 . In cosa consisterebbero tali regole e principi? Il sistema politico cinese si fonderebbe, secondo lo studioso francese Jean Chesneaux, su “un insieme di concezioni filosofiche e morali di estrema coerenza, progressivamente elaborate nel corso dei secoli, che per semplicità possiamo chiamare confucianesimo”: tale sistema, sarebbe inoltre caratterizzato da una visione che accomuna regno della natura e regno dell’uomo, i quali 34 Owen Lattimore, La frontiera, Popoli e imperialismi alla frontiera tra Cina e Russia, Einaudi, Torino, 1970, p.65. 35 Jean Chesneaux, Marianne Bastid, La Cina, Dalle guerre dell’oppio al conflitto franco-cinese 1840- 1885, Volume Primo, Einaudi, Torino, 1969, pp. 24-25. 12
Anteprima della tesi: Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?, Pagina 10

Indice dalla tesi:

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Argiolas
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: AnnamariaBaldussi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 188

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alleanza sino-russa
asia centrale
cina
color revolution
dingwei -spazio vitale
etim
grande gioco
impero cinese
islam
kazakistan tagikistan uzbekistan
partito comunista cinese
petrolio
politica estera
politica estera cinese
politica internazionale
rats
repubblica poplare cinese
repubbliche centroasiatiche
sco
secolo delle umiliazioni
usa in asia centrale
uzbekistan
via della seta
xinjiang

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi