Skip to content

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’Asia centrale post sovietica, oggi composta dalle repubbliche indipendenti del Kazakistan, Tagikistan, Kirghizistan, Uzbekistan e Turkmenistan, ha avuto con la Cina legami che affondano le loro radici in un passato piuttosto lontano. La contiguità geografica, il problema della sicurezza alle frontiere nord-occidentali dell’Impero cinese, e un certo grado di interdipendenza economica, hanno reso possibile, nel corso di diversi secoli, rapporti e scambi reciproci di varia natura. Ad una prima approssimazione, tali rapporti dovrebbero aver abbracciato l’intera gamma delle possibili aree d’intervento e di contatto aventi ad oggetto la sfera delle relazioni internazionali tra due paesi o due “parti” di mondo: così, esse sarebbero state caratterizzate, di volta in volta, dalla rivalità bellica, dalla cooperazione commerciale, dall’isolamento e dalla diffidenza reciproci, nonché dal mutuo scambio culturale e religioso 1 . La Cina, dunque, ebbe l’occasione di sviluppare i suoi rapporti con le popolazioni centroasiatiche ben prima che il padre della moderna geopolitica, Halford Mackinder, individuasse, in questa vasta area geografica, “la chiave per la supremazia globale del mondo” 2 ; una regione in cui, a causa delle impenetrabili barriere naturali – le steppe gelate del nord e le formidabili catene montuose al meridione – non vi era paradossalmente alcun impedimento per gli spostamenti delle cavallerie dalla steppa alla foresta, le quali sarebbero state ulteriormente favorite dalla stagione invernale che, facendo scendere in modo vertiginoso le temperature, avrebbe consentito ai fiumi di tramutarsi in comode autostrade di ghiaccio sfruttabili da eventuali invasori 3 . Sempre a giudizio del Mackinder, le potenzialità geopolitiche della regione avrebbero ricevuto nuovo impulso grazie ai mezzi messi a disposizione dalla moderna tecnologia, con la conseguenza che nulla, “fosse anche la costituzione scritta della Società delle Nazioni”, avrebbe potuto offrire una qualche garanzia contro una potenza ostile che dominasse quell’inespugnabile regione 4 ; le conclusioni del geografo di Oxford, divenute oramai delle riflessioni inevitabili su ogni lavoro che abbia ad oggetto le relazioni internazionali dell’Asia centrale, suggeriscono l’idea che “una potenza militare in possesso della regione centrale del continente eurasiatico e dell’Arabia si potrebbe facilmente impadronire degli incroci del mondo” 5 . A distanza di molti anni, il collasso improvviso dell’Unione Sovietica e la conseguente nascita di cinque stati indipendenti, sembrano aver riattivato le teorie sulla centralità geopolitica della regione, ricacciando così, dopo circa un secolo di completo isolamento dal resto del mondo, “l’Asia centrale nel grande calderone della storia” 6 . Come cercheremo di chiarire meglio in seguito, la categoria d’analisi maggiormente utilizzata per spiegare le dinamiche internazionali in atto sulla regione, è quella di un “Nuovo Grande Gioco”, moderna rivisitazione della competizione ottocentesca che vide protagonisti impero zarista e britannico per la conquista dell’Asia centrale e il controllo 1 Ariel Cohen, After the G-8 Summit: China and the Shanghai Cooperation Organization, in CEF QUARTERLY (The Journal Of China and Eurasia Forum Quarterly), Volume 4, NO. 3, August 2006, p. 58, http://www.chinaeurasia.org. 2 La concezione “centrale” dell’Asia interna da parte del “padre della geopolitica” è ripresa da Karl E. Meyer, La Polvere dell’impero, il “Grande Gioco” in Asia Centrale – Come la corsa alla supremazia da parte delle grandi potenze ha portato all’insorgere del terrorismo islamico e agli attuali conflitti. Corbaccio, Milano, 2002, p. 65. 3 Ivi, p. 66-67. 4 Ibidem. 5 Ibidem. 6 Peter Hopkirk, IL Grande Gioco, i servizi segreti in Asia centrale, Adelphi, Milano, 2004, p. 17. 5
Anteprima della tesi: Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Argiolas
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Annamaria Baldussi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 188

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alleanza sino-russa
asia centrale
cina
color revolution
dingwei -spazio vitale
etim
grande gioco
impero cinese
islam
kazakistan tagikistan uzbekistan
partito comunista cinese
petrolio
politica estera
politica estera cinese
politica internazionale
rats
repubblica poplare cinese
repubbliche centroasiatiche
sco
secolo delle umiliazioni
usa in asia centrale
uzbekistan
via della seta
xinjiang

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi