Skip to content

La semiolinguistica della musica. Varie tendenze nell'interpretazione e analisi dell'evento musicale

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 I.1. Musica non è linguaggio Assumeremo come punto di partenza della nostra ricerca la presenta- zione delle teorie più rilevanti degli ultimi cinquanta anni, nei loro punti cardi- ne. Tali teorie hanno tentato, secondo diversi orientamenti, di “delimitare” l’attributo di linguaggio all’espressione musicale. L’osservazione di numerose somiglianze superficiali nella produzione e percezione delle strutture musicali 5 In architecture, sculpture, and especially in painting […] the impor- tance of form has never been denied. Yet in these arts too the meaning of the form adds to appreciation an element which depends more upon the individual who loves the object than upon the proper- ties of the object itself. Only in music is the meaning of the form identical with the form itself. Here content and form are one – what- ever that phrase means. [musical works] have no meaning in the usual sense of the word. Their glory is in the power of sound, not in the representation of objects nor in the expression of ideas. […] Al- most everyone agrees that music in and of itself – absolute music, as it is sometimes called – is not an adequate medium for the com- munication of thoughts or the delineation of objects. In the narrow domain of onomatopoeia, to be sure, a clever arrangement of notes ha portato all’applicazione di molti criteri linguistici alla musica, insieme al frequente uso delle definizioni linguistiche stesse (grammatica musicale, senso, significato, fonema, monema, testo, ecc.). Per fare un esempio importante, la struttura preposizionale ad albero è stata usata con frequenza nella descrizione dei processi generativi. Come si è accennato nell’introduzione, la comparazione diretta della musica con il linguaggio verbale (Sloboda, Schaeffer, Baumann, Saint- Guirons, Pagnini, ecc.) e la successiva applicazione alla musica di principi e teorie della linguistica è un errore di prospettiva che più di una volta si è rive- lato fuorviante. Benché i due sistemi presentino numerose analogie (costru- zione lineare, temporale, articolata in unità discrete), essi sono divergenti in molti altri punti decisivi (doppia articolazione, rapporto sintassi-semantica, lessico). A tal proposito presentiamo qui un primo passo di Carroll C. Pratt, da un articolo del 1954 intitolato The Design of Music: 5 Non dimentichiamo in aggiunta l’impulso dato, per esempio, dagli studi sull’apprendimento e sul musical attitude profile, condotti in maniera pionieristica dallo stu- dioso statunitense Edwin Gordon.
Anteprima della tesi: La semiolinguistica della musica. Varie tendenze nell'interpretazione e analisi dell'evento musicale, Pagina 8

Indice dalla tesi:

La semiolinguistica della musica. Varie tendenze nell'interpretazione e analisi dell'evento musicale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Giovanni Fenu
Tipo: Tesi di Laurea
Anno: 2005-06
Università: Università degli Studi di Sassari
Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
Corso: Lingue e Letterature Straniere
Relatore: MassimoDell'Utri
Lingua: Italiano
Num. pagine: 101

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi