Negato imbarco, cancellazione del volo e ritardo nel trasporto aereo di persone

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Questa breve premessa è necessaria, quindi, per ricordare che l’oggetto del nostro studio riguarderà solo quei casi prima citati che il legislatore comunitario ha inteso “sanzionare”, prevedendo delle modalità di tutela dei passeggeri coinvolti (si pensi al rimborso del biglietto o l’assistenza in aeroporto), che da più parti in dottrina sono ormai riconosciuti come strumenti indennitari, volti a conferire una protezione rapida e, nel breve termine, lenitiva degli effetti pregiudizievoli creatisi. Si è consacrato il principio in base al quale, a fronte della violazione del sinallagma contrattuale da parte del vettore, il legislatore, prescindendo dall’indagine sulla imputabilità della causa, accorda al passeggero una tutela restitutoria. Quest’ultimo effetto non si riuscirebbe a garantire qualora si fornisse all’utente la mera possibilità di chiedere in giudizio un risarcimento dei danni patiti 9 , peraltro difficili da provare e 9 Si veda su questo punto il saggio di DI GIANDOMENICO, Il danno non patrimoniale per negato o ritardato imbarco, in Dir. Trasp., 2005, 1, laddove si sottolinea la necessità, colta dal legislatore del Reg. Ce 261/2004, di istituire “un rapporto dialettico tra la tutela risarcitoria e quella indennitaria”. Bisogna ricordare però che ANTONINI, La responsabilità del vettore aereo per il trasporto di persone e cose, in Dir. Trasp. 2000, 623, nel riferirsi alla compensazione pecuniaria, la definisce “risarcimento determinato forfetariamente” in quanto “si riconduce ad un atto illecito contrattuale”; per l’autore non è quindi un indennizzo. Anche CONFORTI, La responsabilità del vettore per negato imbarco e ritardo, in Aereoporto e Responsabilità, a cura di DEIANA, ed. Av, Cagliari, 2005, 135, sostiene che “lo strumento della liquidazione forfetaria del danno […] è sempre più necessario nei settori di trasporti di massa, dove più pressante è l’esigenza che la regolamentazione del rapporto sia il più possibile veloce, immediata”. Inoltre l’autore, in quanto General Counsel Alitalia, sostiene che per le compagnie aeree è controproducente giungere al contenzioso giudiziario, non solo per i costi che il vettore è

Anteprima della Tesi di Andrea Rossetti

Anteprima della tesi: Negato imbarco, cancellazione del volo e ritardo nel trasporto aereo di persone, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Andrea Rossetti Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3288 click dal 30/10/2008.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.