Recenti momenti di conflitto tra Corte Costituzionale e Corte di Cassazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

quindi comprendente le prime tre fasi cui si riferisce la dottrina supra citata) ed una seconda fase che va dagli anni '90 ad oggi 4 . È proprio a quest’ultima fase che rivolgerò la mia attenzione nell’ambito di questo studio, per fare il punto sull’evoluzione del rapporto tra le due Corti e per mettere in evidenza i nuovi momenti di conflitto tra i due organi giurisdizionali. 1. Origini e storia (breve) di un rapporto conflittuale e sua evoluzione Si vuole in questa sede spendere qualche parola per cercare di rendere brevemente conto del rapporto tra le due Corti nella prima fase 5 , che le ha viste in un primo periodo anche molto distanti, se non addirittura contrapposte, e poi via via convergere verso posizioni “più concilianti”, grazie al richiamo alla nozione di diritto vivente a mezzo della quale i due organi giurisdizionali sono giunti ad una vera e propria collaborazione. Il rapporto tra le due Corti ha cominciato a strutturarsi fin dall’inizio dell’attività della Corte costituzionale, la quale, con la sua prima decisione 6 , previde la propria competenza a giudicare - nell’ambito del giudizio incidentale di costituzionalità - 4 Si vuole qui fare riferimento all’impostazione seguita da R. ROMBOLI, Qualcosa di nuovo… anzi d’antico: la contesa sull’interpretazione conforme della legge, relazione presentata al Convegno “La giustizia costituzionale fra memoria e prospettive (a cinquant’anni dalla pubblicazione della prima sentenza della Corte costituzionale), Roma 14 e 15 giugno 2006., il quale in realtà procede a tale divisione in fasi del rapporto tra Corte ed autorità giudiziaria, al fine di analizzare il diverso approccio che nel tempo c’è stato, da parte della Corte Costituzionale e dei giudici, nei riguardi dell’applicazione conforme. 5 Si fa riferimento all’impostazione di cui supra adottata da R. ROMBOLI, Qualcosa di nuovo… cit. 6 Si tratta della, ormai celeberrima, sent. n. 1 del 1956, con la quale la Corte esclude la possibilità di distinguere, all’interno del testo costituzionale, tra disposizioni programmatiche e precettive. È bene chiarire come la Corte sia arrivata a tale conclusione – di fondamentale importanza per tutta la sua attività futura, ma ancor di più per la penetrazione della Costituzione nella società e nell’ordinamento – sulla base del principio del valore normativo della Costituzione.

Anteprima della Tesi di Salvatore Grillo

Anteprima della tesi: Recenti momenti di conflitto tra Corte Costituzionale e Corte di Cassazione, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Salvatore Grillo Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1914 click dal 05/11/2008.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.