Skip to content

La filiera corta nel settore alimentare: tipologie e casi applicativi di studio

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 migliorate e di allevare nuove razze di bestiame provocò l’abbandono e l’estinzione di molte varietà locali e tradizionali. Inoltre l’uso massiccio di pesticidi e altri prodotti chimici ben presto provocò un serio degrado ambientale, comportando l’aumento dei costi di produzione e la saturazione del mercato. Se a questo poi aggiungiamo che le tecniche agricole legate alla Rivoluzione Verde hanno richiesto una massiccia irrigazione intaccando seriamente le risorse idriche mondiali, e che risultava sempre più difficile per le piccole aziende introdursi nel mercato tradizionale a seguito degli elevati standard di produzione richiesti, sia in termini di dimensione che in termini di varietà e omogeneità dei prodotti, la situazione non poté che peggiorare. Per risolvere questa crisi, è stata proposta a livello europeo, una soluzione normativa, che ha corretto gli obbiettivi delle precedenti Politiche Agricole Comunitarie 6 (PAC) dirigendole verso una diversa concezione dell’imprenditore agricolo, visto non solo come produttore di beni, ma anche come soggetto capace di esternalizzare servizi, specialmente concernenti il mantenimento e la custodia del territorio e delle tradizioni. A partire dalla riforma McSharry, dai grandi contenuti innovativi, che prevedeva una importante (mediamente del 33%) riduzione dei prezzi agricoli per renderli più competitivi sui mercati interni e mondiali e l’introduzione di aiuti per compensare le perdite di reddito subite dagli agricoltori (aiuti compensativi) e per stimolare la protezione dell'ambiente (misure di accompagnamento), vengono quindi gettate le basi per orientare l’agricoltura al mercato e disaccoppiare gli aiuti, concetti poi ripresi con la riforma Agenda 2000. Con Agenda 2000 7 all’agricoltura viene riconosciuto, oltre alla funzione produttiva, il contributo nella conservazione del paesaggio, nella protezione dell’ambiente, della qualità e della sicurezza dei prodotti alimentari e del benessere degli animali. Viene introdotto il concetto di multifunzionalità e gettate le basi per lo sviluppo di un'agricoltura sostenibile e concorrenziale. Le parole chiave di Agenda 2000 sono: 6 Gli scopi della politica agricola comune consistono nel garantire agli agricoltori un congruo tenore di vita, fornire ai consumatori alimenti di qualità a prezzi equi e preservare il patrimonio rurale. La politica ha seguito l’evoluzione della società, cercando di venire incontro alle nuove esigenze. È così che sicurezza alimentare, salvaguardia dell’ambiente rurale, redditività ed agricoltura come fonte di prodotti da convertire in combustibile hanno gradualmente acquisito un’importanza crescente. Nata cinquant’anni fa, quando i membri fondatori della Comunità europea erano appena usciti da un decennio di penuria alimentare, la politica agricola comune (PAC) esordì sovvenzionando la produzione di derrate alimentari di base, nell’intento di raggiungere l’autosufficienza e la sicurezza alimentare. Ora l’accento è posto sul ruolo svolto dall’agricoltura nella tutela e nella gestione efficace delle nostre risorse naturali. Fonte: http://europa.eu/pol/agr/overview_it.htm. Ultimo accesso in data: 18/10/07. 7 Il 26 marzo 1999, al termine del Consiglio europeo di Berlino, i capi di Stato e di governo hanno concluso un accordo politico sull'Agenda 2000. Agenda 2000 è un programma d'azione che si prefigge, quali obiettivi principali, di rafforzare le politiche comunitarie e di dotare l'Unione europea di un nuovo quadro finanziario per il periodo 2000- 2006, tenendo conto delle prospettive di ampliamento. Nel 1999 tale programma ha dato origine a una ventina di testi di legge riguardanti settori prioritari. Fonte: http://ec.europa.eu/agenda2000/index_it.htm. Ultimo accesso in data 18/10/07.
Anteprima della tesi: La filiera corta nel settore alimentare: tipologie e casi applicativi di studio, Pagina 8

Preview dalla tesi:

La filiera corta nel settore alimentare: tipologie e casi applicativi di studio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alan Montanari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Rita Gamberini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 161

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

casi applicativi di filiera corta
circuiti brevi
clientela circuiti brevi
community supported agricolture (csa)
cooperative di consumo
filiera corta
gas gruppi acquisto solidale
gruppi d'acquisto
i mercati e le fiere
la filiera corta nel settore biologico
prodotti on-line
short supply chain
svantaggi circuiti brevi
teikei
tipologie di filiera corta
vantaggi circuiti brevi
vendita a distanza
vendita diretta

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi