Skip to content

Il caso Federico Moccia: le ragioni di un successo che stenta a varcare i confini

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 « […] Quella sera molte persone dormono male, alcune passano la notte all’ospedale, altri hanno degli incubi. Fra questi Chicco Brandelli. Pensa a tutte le soluzioni possibili, lasciare la macchina per strada, portarla di nascosto dal carrozziere l’indomani mattina, o buttarla in una scarpata e denunciarne il furto. Alla fine giunge all’unica soluzione possibile. Non ci sono soluzioni. Dovrà affrontare suo padre, proprio come ha fatto quella stessa sera Roberta, con i suoi […]» (Tre metri sopra il cielo, p. 64). L’ambientazione romana influenza fortemente sia lo svolgimento delle vicende, sia il linguaggio utilizzato: ogni birreria, ristorante, palestra o negozio citato è un luogo frequentato dai giovani romani degli anni Novanta e di oggi 7 . I dialoghi, frequentissimi in tutti e tre i testi, attingono a forme dialettali caratteristiche del romano e ai gerghi giovanili. Ogni personaggio è connotato da marche di vestiti ed accessori, nomi di automobili, citazioni di cantanti e personaggi televisivi. Proprio l’utilizzo di slang e status symbul hanno creato le premesse per un’immedesimazione giovanile di massa, divisa tra il no logo e l’identificazione nelle marche: «Che tipo. Siamo andati a mangiare qualcosa da Capricci Siciliani in via di Panico […]» (Scusa ma ti chiamo amore, p. 30). «”Ahò, nun fa il furbo con me. Capito? Nun c’avevi nessuno davanti e ringrazia il cielo…” alza il mento e indica la gazzella, “che qui ce so i carramba, nun rompe i cojoni la prossima volta che sennò finisci male”» (Scusa ma ti chiamo amore, p. 27). «Schello, agitando i pugni vicino al petto, segue con la testa il nuovo pezzo che il dj alla radio ha annunciato come successo dell’anno: Sere nere 8 » (Tre metri sopra il cielo, p. 34). «Babi e Daniela salgono in macchina. La Mercedes entra nel comprensorio e passa davanti al portiere. Fiore si è divertito molto di più a vedere quei cinque minuti che tutto Torno sabato…e tre» (Tre metri sopra il cielo, p. 64). Sono utilizzati, inoltre, soprannomi, nomignoli e diminutivi che connotano ogni personaggio: «Vicino a loro, con le moto potenti come i loro muscoli, Pollo, Lucone, Hook, il Siciliano, Bunny, Schelmo e tanti altri ancora. Nomi improbabili per storie difficili […]. Fermi li, a piazza Jacini, seduti sulle loro Harley, su vecchie 350 Four dalle quattro marmitte originali, o con la classica quattro in uno dal rumore più potente. Sognate, sospirate e infine ottenute, grazie a estenuanti preghiere, dai loro genitori. Oppure con il sacrificio delle tasche sfortunate di un giovane farlocco che ha lasciato il portafoglio nel cassettino di qualche Scarabeo o nella tasca interna di un Henri Lloyd fin troppo facile da ripulire durante la ricreazione […]» (Tre metri sopra il cielo, pp. 18, 19). 7 Si parla di luoghi che Federico Moccia sostiene di aver frequentato da adolescente. 8 Questa canzone di Tiziano Ferro è poi diventata colonna sonora del film Tre metri sopra il cielo.
Anteprima della tesi: Il caso Federico Moccia: le ragioni di un successo che stenta a varcare i confini, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Il caso Federico Moccia: le ragioni di un successo che stenta a varcare i confini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Monica Galassi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere
  Corso: Percorso di formazione umanistica generale
  Relatore: Anna Maria Boschetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bestseller
blog
case editrici
caso editoriale
critica letteraria
distribuzione libri
editoria
federico moccia
film
harry potter
letteratura
marketing
mercato editoriale
mercato librario
nuovi media
opinioni del pubblico
postura dell'autore
pubblico giovanile
ricezione
riti collettivi
romanzi moccia
traduzione
traiettoria dell'autore
vendite

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi