Skip to content

Tuareg: l'evoluzione storica di un popolo nomade

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
assicurano loro protezione; secondo Padre de Foucauld, invece il termine imghad possiederebbe la stessa radice del verbo meghed, il cui significato è “essere vassallo, plebeo”, infatti l’imghad non è un vero e proprio servo, ma nella scala sociale si può collocare tra il servo e il vassallo, più vicino a quest’ultimo16. Sono organizzati, dal punto di vista politico, in tribù di cui eleggono il capo, secondo regole matriarcali17. Le tribù nobili non interferiscono nell’amministrazione degli affari interni e spesso alcuni imghad si riuniscono con gli imajeghan per eleggere l’amenokal. Gli imghad possono possedere degli schiavi, iklan. Gli ineslimen rappresentano la classe religiosa e hanno il compito di insegnare il corano ai bambini, ma ignorano, generalmente, l’arabo. La loro importanza varia a seconda della confederazione d’appartenenza; in alcune confederazioni non formano una classe vera e propria e sono considerati allo stesso livello degli imajeghan e i matrimoni tra i due gruppi vengono accettati. - Gli enaden formano la classe degli artigiani, lavorano il metallo, il cuoio e il legno. Essi si trovano nel gradino più basso tra gli uomini liberi e sono disprezzati perché lavorano manualmente e non hanno principi morali.Vengono mantenuti dal signore per cui lavorano ed esercitano spesso il mestiere di barbieri e chirurghi comprese le estrazioni dentarie18. Sono temuti per i loro supposti poteri magici, in quanto posseggono talismani potenti e per lavorare i metalli utilizzano il fuoco19. Spesso vivono presso gli accampamenti degli imajeghan o degli imghad, senza costituire tribù distinte. In genere i loro accampamenti non sono costituiti da più di due famiglie o se sono integrati con altre categorie sociali, vivono un po’ ai margini. Essi parlano un dialetto diverso dagli altri tuareg, il tenet, che non è comprensibile agli altri gruppi e si dice che discendano da popolazioni nere esterne al mondo tuareg. - Gli iklan sono gli schiavi, catturati durante le razzie o comprati dai mercanti arabi di Timbuctù. Essi potevano essere di proprietà di ciascuna delle altre caste20. Si occupano delle attività domestiche nell’accampamento, della manutenzione e foratura dei pozzi, della cura degli orti, della custodia del gregge e i loro bambini crescono insieme ai figli del padrone. Possono essere assimilati a un bene patrimoniale e quindi far parte della taggalt, il prezzo della sposa pagato al momento del 16 Padre de Foucauld, Dictionnaire abregé Tuareg-Francais, Imprimerie Nazionale, Paris, 1920, tomo II, p. 163. 17 Secondo E.Bernus il capo tribù non è una figura tradizionale, ma la sua istituzione la avrebbero ereditata dall’amministrazione coloniale francese,che aveva istituito una figura che faceva da mediatore per la riscossione delle imposte. E.Bernus,Touaregs Nigeriens, Unitè culturelle et diversitè regionale d’un peuple pasteur, L’Harmattan, vol.1, Paris, p. 77. 18 H.Lhote,op.cit., p. 207. 19 H.Lhote,op.cit., p. 208. 20 Enciclopedie de l’islam, op. cit., p.406. 14
Anteprima della tesi: Tuareg: l'evoluzione storica di un popolo nomade, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Tuareg: l'evoluzione storica di un popolo nomade

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Carla Biggio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Bianca Maria Carcangiu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 173

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amenokal
azalai
colonialismo
deserto
esplorazioni del sahara
indipendenza del sahara
mali
niger
nomadi
politica coloniale francese
popolo nomade
sahara
tin hinan
touareg
tuareg
twareg

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi