Sicurezza per Radio Frequency Identification: tracciare le merci preservando la privacy

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Pagina | 18 o Controllo della potenza (Power controller): converte il segnale in energia necessaria per il funzionamento;  antenna: riceve il segnale dal reader e trasmette il segnale di risposta. Figura 6: Descrizione TAG Generalmente il chip contiene una zona di memoria dove le informazioni possono essere salvate e lette (tra cui un numero univoco universale scritto nel silicio). Per rispondere ai lettori, i tag usano onde radio. Un sistema RFID usa diverse frequenze radio ma le più utilizzate sono quattro: bassa-frequenza (30 - 300 KHz), alta- frequenza (3 - 30 MHz), ultra-alta-frequenza (300 MHz – 3 GHz) e frequenza- microwave (1 GHz – 300 GHz). Figura 7: Range delle radio frequenze in cui un sistema RFID può operare e il corrispettivo range di lettori di tag passivi Un sistema RFID opera generalmente in range LF e HF che sono le frequenze usate in quasi tutto il mondo.

Anteprima della Tesi di Luca Costante

Anteprima della tesi: Sicurezza per Radio Frequency Identification: tracciare le merci preservando la privacy, Pagina 10

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Luca Costante Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 772 click dal 03/11/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.