Skip to content

Le agevolazioni fiscali dal diritto interno a quello comunitario. Il caso degli spin off accademici

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
LE AGEVOLAZIONI FISCALI DAL DIRITTO INTERNO A QUELLO COMUNITARIO 15 L’imposta sostitutiva, infatti, in quanto atto normativo derogante, deve essere dotata di ragionevolezza, principio di supporto che considera la normazione stessa conforme a interessi o valori costituzionalmente apprezzabili. In questo modo, il legislatore considera, nel suo giudizio di adozione dell’imposta sostitutiva ispirato ai valori costituzionali, la rapidità di esazione o lo scopo di incentivazione come prevalenti e quindi meritevoli di tutela, con la conseguenza che i valori generali costituzionali restano sicuramente “misconosciuti”, ma non danneggiati. e) Condono fiscale. I condoni fiscali rappresentano le misure che si propongono di facilitare la definizione delle controversie 34 e, più in generale, delle pendenze tributarie 35 . In questi casi non si è in presenza di vere deroghe ai fondamentali principi della legalità e dell’indisponibilità dei tributi, ma di norme limitative dei normali poteri di accertamento e controllo delle violazioni fiscali; tali norme, inoltre, vengono ricondotte all’area delle agevolazioni fiscali (lato sensu intesa) per la loro indiretta incidenza (in senso favorevole ai contribuenti) sugli importi dei tributi dovuti 36 . E’ utile soffermarsi sulle radicali differenze ontologiche che corrono tra il modello del “condono” tradizionale rispetto al modello di “condono” racchiuso nei testi concernenti “norme per agevolare la sistemazione delle pendenze tributarie”. Quanto al primo caso, il condono c.d. tradizionale costituiva un esclusivo esercizio di clemenza; infatti, quasi sempre era subordinato al previo adempimento delle prestazioni (formali e sostanziali) omesse dal beneficiario. Viceversa, il proprium del condono del secondo tipo, risiede nella estinzione di sanzioni per diretto effetto di talune fattispecie, giudicate vantaggiose dal legislatore per la tutela dell’interesse offeso alla pronta e perequata percezione del tributo e prospettate al contribuente – che deve attuarle ovvero cooperare per la loro attuazione – con la promessa, appunto, del conferimento di un tale premio. 34 Cfr. d.lgs. 5 novembre 1973, n. 660, convertito in L. 19 dicembre 1973, n. 823; d.lgs. 10 luglio 1982, n. 429, convertito in L. 7 agosto 1982, n. 516. 35 Cfr. Circolare del 15 ottobre 1982, n. 41 ove testualmente si parla di Condono con riferimento alla L. 1982 che pure concerne “norme per agevolare la definizione delle pendenze tributarie”. 36 PICCIAREDDA F., Notazioni minime in tema di clemenza tributaria, in Riv. Dir. Fin. Sc. Fin., 1983, I, 152 ss.
Anteprima della tesi: Le agevolazioni fiscali dal diritto interno a quello comunitario. Il caso degli spin off accademici, Pagina 15

Indice dalla tesi:

Le agevolazioni fiscali dal diritto interno a quello comunitario. Il caso degli spin off accademici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Agata Ilaria Zara
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2007-08
Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
Facoltà: Economia
Corso: Finanza
Relatore: ManlioIngrosso
Lingua: Italiano
Num. pagine: 326

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agevolazioni
aiuti de minimis
aiuti di stato
credito d'imposta
legittimo affidamento
recupero aiuti illegali
spin off accademici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi