Skip to content

Stato dell'ambiente del bacino del fiume Misa (Marche)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Stato dell’ambiente del bacino del fiume Misa 6 acquatici, anfibi, rettili, uccelli e mammiferi. Molti organismi appartenenti a questi gruppi (tavola 1), tra l’altro, sono considerati ottimi “indicatori biologici” per la valutazione quali-quantitativa dell’ecosistema 1 : nel nostro caso specifico scarseggiano, per la quasi totalità del corso fluviale, le specie dei macroinvertebrati più sensibili all’inquinamento (come, ad esempio, le ninfe dei Plecotteri e degli Efemerotteri), mentre se ne trovano in abbondanza di quelle definite più “resistenti”, ubiquitarie e, quindi, tipiche di acque inquinate (Oligocheti, Chironomidi e altri ditteri). Da ciò se ne deduce che mantenere e ripristinare queste fasce di vegetazione spondale diventa una delle prime regole da rispettare con grande attenzione, per dare sicurezza, stabilità, valenza naturalistica e paesaggistica all’ecosistema fiume. Ci sono poi altri interventi tecnici che vengono ‘caldamente’ consigliati dagli esperti per riportare il fiume ad un valore accettabile di “naturalità”, come l’eliminazione di briglie, argini artificiali e canali cementificati, l’individuazione di aree inondabili (le golene) e la creazione di zone ad alta diversità morfologica. Per completezza, dunque, ci è sembrato opportuno riportare, nell’appendice finale, alcuni esempi delle principali tecniche che trattano di operazioni di ripristino ambientale effettuate con successo per la prima volta in Italia, e che illustrano come intervenire in modo oculato e ragionato per la rinaturalizzazione dei corsi fluviali. D’altra parte solo ora si prende atto degli inconvenienti che ha creato una più che trentennale politica ambientale disattenta, che ha privilegiato il cemento, le canalizzazioni, l’avanzamento delle aree coltivate e degli insediamenti anche in zone di pertinenza del fiume: inconvenienti ben evidenti sia dal punto di vista strettamente ecologico e naturalistico (semplificazione e desertificazione del territorio con perdita di aree inondabili, lanche ed altri specchi idrici laterali; scomparsa delle biocenosi acquatiche; ecc.), ma anche sul piano idraulico (aumento della velocità della corrente e della sua violenza durante le piene, mancata funzione di laminazione delle zone umide e delle fasce laterali, ecc.). I fiumi sono una risorsa preziosa ed utilizzabile a fini multipli; proprio per questo il loro uso deve avvenire in modo bilanciato, senza che qualche utilizzo pregiudichi gli altri possibili usi. E conclusione logica di questa introduzione non può essere che una larvata speranza: che pur nella limitazione dell’esposizione, con le conseguenti imprecisioni ed eventuali carenze, la passione ed il sacrificio spesi nella realizzazione di questa ricerca facciano sì che chi vorrà dedicarvi tempo e riflessione possa in essa trovare idee, spunti e stimoli per attivarsi ed impegnarsi contribuendo a quella giusta causa che è la salvaguardia e la protezione della natura 1 Il giudizio di qualità delle acque dolci tramite monitoraggio biologico, ovvero seguendo il metodo EBI - Extended Biotic Index - secondo Woodwiss (1978) e Ghetti (1986).
Anteprima della tesi: Stato dell'ambiente del bacino del fiume Misa (Marche), Pagina 5

Preview dalla tesi:

Stato dell'ambiente del bacino del fiume Misa (Marche)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: David Fiacchini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Camerino
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Biologiche
  Relatore: Franco Pedrotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bioindicatori
ecosistemi
fauna fluviale
fitosociologia
fiume misa
ingegneria naturalistica
salvaguardia ambientale
tutela ambiente

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi