Il padre affidatario - Un percorso esplorativo tra nuovi assetti familiari e intrecci intergenerazionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6console e condurre una guerra, un proconsole e amministratore di intere province, ma se il padre era in vita non poteva disporre giuridicamente di un patrimonio personale, né ereditare da terze persone. Tutto apparteneva al padre. «I figli che abbiamo messo al mondo con matrimoni legali, sono sotto la nostra potestà. Questo diritto è proprio dei cittadini romani: infatti quasi nessun altro uomo ha un potere sui propri figli, simile al nostro» 5 . Il padre poteva anche “emancipare” il figlio. L’emancipatio era uno dei modi attraverso cui si usciva dalla famiglia: il paterfamilias rinunciava alla potestas che esercitava sul filiusfamilias, il quale a sua volta diveniva paterfamilias, ma si trattava sempre e comunque di una decisione presa unilateralmente dal padre e quindi di una concessione. «Psicologicamente, la situazione di un adulto il cui padre è in vita è insopportabile. Non può muovere un dito senza il padre, né concludere un contratto, né affrancare uno schiavo, né fare testamento. A queste umiliazioni si aggiunge il rischio di essere diseredato, che è reale. Si sa d’altronde quali sono in ogni società i caratteri della demografia prima di Pasteur: la mortalità moltiplica i vedovi, le vedove, le donne morte di parto e i secondi matrimoni; e, poiché il padre ha completa libertà di testare, i figli di primo letto temono una matrigna» 6 . Non di rado, la difficile situazione psicologica del figlio adulto si manifestava drammaticamente e c’è ragione di ritenere che il parricidio fosse più diffuso a Roma che in altre società: «La maggiore lealtà si trovò nelle spose, qualcosa di mezzo fu la lealtà delle schiave affrancate, non del tutto assente quella delle schiave, uguale a zero quella dei figli, tanto male si sopporta una speranza che tarda a realizzarsi!», scriveva Velleio Patercolo 7 . Capitolo Primo Il padre e la famiglia dalle origini ai nostri giorni 5 GAIO, Institutiones. 6 VEYNE P., cit. in Giardina A., “Tutto il potere al paterfamilias”, in Storia Illustrata, n.362, 1988. 7 VELLEIO PATERCOLO, Storia romana.

Anteprima della Tesi di Monica Leva

Anteprima della tesi: Il padre affidatario - Un percorso esplorativo tra nuovi assetti familiari e intrecci intergenerazionali, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Monica Leva Contatta »

Composta da 282 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1983 click dal 24/03/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.