Skip to content

I Servizi di Outsourcing nell'Information Technology: caratteristiche del mercato e opportunità di fornitura e utilizzo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Servizi di Outsourcing nell‟Information Technology: caratteristiche del mercato e opportunità di fornitura e utilizzo Marco Morelli – Gennaio 2010 legato al tema precedente vi è il possibile passaggio di competenze interne importanti a imprese concorrenti attraverso il fornitore esterno e la diffusione di informazioni riservate sull‟azienda altro svantaggio, in certi casi, può diventare il legame di dipendenza troppo stretto che si instaura con il fornitore al quale si tendono a passare importanti tecnologie relative ai prodotti e ai processi dell‟azienda (possibile “effetto lock-in”). 1.1. Prima dell’outsourcing L‟esternalizzazione dell‟attività, la terzializzazione del lavoro, la modalità operativa oggi identificata con il termine outsourcing non è un fenomeno esclusivo della società moderna. Possiamo trovare analogie con altre modalità operative anche in tempi remoti, ad esempio: il mercenarismo, l‟istituto tramite il quale veniva delegata a specialisti (mercenari) l‟attività militare; la mezzadria, il contratto agrario di tipo associativo mediante il quale il concedente e il mezzadro si associano per la coltivazione di un podere e per l‟esercizio delle attività connesse, al fine di dividerne i prodotti e gli utili; il putting-out system, sistema di lavoro a domicilio al quale un imprenditore può ricorrere a seconda delle sollecitazioni del mercato. Anche tali modalità operative hanno alla base lo stesso concetto su cui l‟outsourcing poggia: la delega di determinate funzioni ad entità specializzate con l‟obiettivo di un ritorno in termini di benefici per la propria attività e il raggiungimento di propri fini. Un altro esempio eclatante di delega ufficiale di una specifica attività a un‟entità esterna alla delegante possiamo trovarlo nel 1506, quando Papa Giulio II della Rovere decide di affidare la sicurezza della Santa Sede al corpo di soldati svizzeri, ritenuti preparati nell‟arte delle armi e invincibili, noti per la loro fedeltà e nobiltà d‟animo. Certo, secondo i canoni dell‟esternalizzazione, non si può parlare di outsourcing vero e proprio dell‟attività, poiché i soldati elvetici vennero assunti dal papa e trasferiti a Roma, presso la sede che richiedeva tale servizio. Ciò non toglie che anche a quel tempo alcune scelte potevano essere orientate alla risoluzione di un problema specifico, addirittura attraverso l‟utilizzo di entità non appartenenti alla proprietà ma note in termini di eccellenza. Non furono, infatti, reclutati elementi interni allo Stato Pontificio, l‟attività fu delegata a una fonte esterna, un corpo scelto, conosciuto e rinomato, ci fu un trasferimento mirato di funzioni operative a specialisti con la possibilità di utilizzare risorse e strumenti più adeguati e avanzati. Numerosi esempi di affidamento di compiti caratteristici possono essere riscontrati nel settore manifatturiero, dal meccanico all‟elettronico, al componentistico e in particolare nel tessile. Tale segmento di mercato ha spesso presentato e presenta tuttora il ricorso a entità esterne per lo svolgimento di specifiche mansioni. Il settore tessile 7 usufruisce, inoltre, dell‟offshore/nearshore outsourcing da tempi non propriamente recenti. L‟Inghilterra, infatti, oltre a valersi delle colonie per la produzione di tessuti, utilizzava fuori confine anche la manodopera per la rifinitura degli stessi. Per anni, ad 7 Vedi, per una definizione approfondita e accurata, il capitolo 4: “Delocalizzazione”. 7
Anteprima della tesi: I Servizi di Outsourcing nell'Information Technology: caratteristiche del mercato e opportunità di fornitura e utilizzo, Pagina 4

Preview dalla tesi:

I Servizi di Outsourcing nell'Information Technology: caratteristiche del mercato e opportunità di fornitura e utilizzo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Morelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Claudio Leporelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi