Scrittura espressiva e fattori psicosociali di rischio in pazienti cardiopatici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 raggiungimento di un benessere psico-fisico ottimale e una migliore qualit della vita, che Ł una delle finalit primarie della Psicologia Clinica. 1.1 I Fattori psicosociali di rischio cardiaco L eziologia della malattia cardiaca non Ł solo dovuta a fattori comportamentali quali fumo, obesit , dieta squilibrata, scarsa attivit f isica e consumo eccessivo di alcool. Numerosi studi hanno messo in luce come esistano, oltre a questi, fattori di rischio psicosociale che influenzano la malattia cardiaca, nel senso che sono associati a una maggiore probabilit che accadano eventi cardiaci s favorevoli e arteriosclerosi (Rozanski, 2005). Un fattore psicosociale Ł definito come un parametro che correla fortemente fenomeni psicologici a fattori socio-ambientali e a cambiamenti fisiopatologici (Hemingway & Marmot, 1999). Nel caso della malattia cardiaca questi sono: lo stress, la depressione, l ansia, la rabbia, l isola mento sociale, la personalit di Tipo A, di tipo D e il supporto sociale. Tali fattori hanno un effetto anche nel promuovere la non aderenza a quei comportamenti consigliati dai cardiologi quali una dieta equilibrata, attivit fisica regolare, eliminazione del vizio del fumo, che ridurrebbero il rischio di sviluppo di patologie coronariche ed eventi cardiaci sfavorevoli (Alboni & Alboni, 2006). Oltre ci , i fattori di rischio psicosociali attiva no meccanismi fisiopatologici che incidono sulle malattie coronariche. Questi meccanismi possono essere suddivisi in due tipologie: meccanismi comportamentali, per cui caratteristiche psicosociali contribuiscono all insorgenza di comportamenti a rischio e meccanismi fisiologici diretti, che coinvolgono il sistema neuroendocrino e il sistema nervoso autonomo (Rozansky, Blumenthal, & Kaplan, 1999). Per tutti questi motivi, la Psicocardiologia dovrebbe occuparsi d interventi di diagnosi e prevenzione di tali fattori e d interventi centrati sulla riduzione di tali fattori (Giallauria et al., 2007). E stato osservato che i fattori di rischio psicosociali incidono sulla malattia dell arteria coronaria, sull aterosclerosi e sugli eventi cardiaci sfavorevoli quasi nella

Anteprima della Tesi di Eleonora Basso

Anteprima della tesi: Scrittura espressiva e fattori psicosociali di rischio in pazienti cardiopatici, Pagina 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Eleonora Basso Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1338 click dal 26/03/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.