Skip to content

Mito e Tragedia nella coreografia di Martha Graham e Virgilio Sieni

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
VII Roehampton, il 23 Novembre 2006, e con lei ho avuto modo di discutere personalmente del lavoro di Martha Graham20. L‟analisi delle danze di Graham esposta in questa tesi, prende avvio con Cave of the Heart (1946) rivisitazione della Medea di Euripide e termina con Cortege of Eagles (1967) ultimo spettacolo in cui Graham danza prima del ritiro dalle scene, passando per Clytemnestra (1958) considerato come il suo capolavoro. La sola eccezione è costituita dal balletto Errand into the maze (1947) che si ispira al mito di Teseo e Arianna e il Minotauro e non ha un supporto letterario specifico. Ho poi cercato di inserire l‟opera di Graham all‟interno dei movimenti culturali, sociali e politici americani ed europei soprattutto degli anni Trenta e Quaranta, mettendo in evidenza la volontà e il tentativo della danzatrice di trovare una propria voce artistica e un proprio stile personale, partecipando da protagonista, ai fermenti culturali della New York degli anni Trenta e all‟istituzionalizzazione della modern dance come danza simbolo dell‟identità americana. Ho poi dedicato un lungo capitolo agli anni Quaranta, poiché questi, come scrive Marcia Siegel “were Martha Graham‟s most fruitful years”21, e rappresentano il momento in cui la danzatrice raggiunge il picco del successo; gli anni che segnano il passaggio alle “dance-dramas”, in cui danzatori uomini fanno ingresso in compagnia, e la sintassi del movimento subisce un forte cambiamento stilistico rispetto agli anni Venti e Trenta, arrivando lentamente ad una codificazione. 20 Alla Dott.ssa Bannerman ho chiesto informazioni ed un aiuto per trovare i video mancanti degli spettacoli del ciclo greco, Alcesti (1960) e Phaedra (1962). Di questi due video, come di Andromaque‟s Lament (1982) e di Phaedra‟s Dream (1983), ho chiesto più volte alla Martha Graham Dance School di concedermi il permesso alla visione, senza mai ricevere alcuna risposta. Bannerman mi ha detto che lei stessa non è mai riuscita a vederli. 21 Marcia B. Siegel, The Epic Graham, in The Shapes of Change. Images of American Dance, University of California Press, Los Angeles, 1979, p. 175. Poco più avanti, nel testo, Siegel scrive: “Although Graham continued to be productive and made wonderful dances after that, nothing she did in succeding years surpassed the dances of her mid-life” (ibidem). Altrove Siegel scrive: “There does seem to be a breaking point in her total output, when her sources became less personal and more literary. Up to the mid-1940s her dances were drawn from her American heritage, from her political and emotional symphaties, and from real or theatrical characters with whom Graham identified […] It would take a critical biographer to investigate throughly all the reason why Graham‟s approach changed in the forties […] she stopped doing dances about herself in reference to Mankind, and did dances about Mankind as represented by herself and her company.” (Cfr. M. Siegel, The Harsh and Splendid Heroines of Martha Graham, in Moving History/Dancing Cultures, Ed. Ann Dils & Ann Cooper Albright, Wesleyan University Press/Middletown Connecticut, 2001, p. 310).
Anteprima della tesi: Mito e Tragedia nella coreografia di Martha Graham e Virgilio Sieni, Pagina 7

Indice dalla tesi:

Mito e Tragedia nella coreografia di Martha Graham e Virgilio Sieni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Duranti
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Letteratura Scuola di Dottorato Logos e Rappresentazione, studi interdisciplinari di letteratura, estetica, arti e spettacolo. Sezione Comparatistica: teatro, cinema, letteratura, danza
Anno: 2008
Docente/Relatore: Vito Di Bernardi
Istituito da: Università degli Studi di Siena
Dipartimento: Musica e Spettacolo, Facoltà di Arezzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 434

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

clytemnestra
compagnia virgilio sieni
contact improvisation
corpo
corporeità
danza
danza contemporanea
danza moderna
eschilo
il corpo del mito
il gesto
martha graham
mito
modern dance
night journey
orestea
parco butterfly
steve paxton
teatro danza
tragedia greca
trilogia del presente
virgilio sieni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi