Skip to content

L'inclinazione al fotografico nel Novecento

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 contribuisce a fermare ma anche a frantumare. Questo perchØ, essendo la fotografia strettamente referenziale, essa non pu in alcun modo catturare un referente che si Ł voluto eliminare. Partendo dalla fotografia, si Ł fatto dell antifotografia. Per dirla alla Man Ray: Dipingo ci che non pu essere fotografato, fotografo ci che non desidero dipingere 1. ICONA INDICALE, performance, 2005 E il limite tra la rappresentazione iconica e la traccia fisica diretta lasciata da un qualsiasi oggetto. In questo caso l oggetto viene scelto in base alla sua capacit critica e partecipativa dell evento. Avrei potuto fermare l immagine di una scodella o di una sigaretta, ma queste non avrebbero avuto alcun interesse o curiosit nei confronti dell esperimento. Meglio affidarsi al genere umano. Attraverso una superficie trasparente usata come blocco-note sul quale siano state fissate le tracce dell accaduto, si Ł proceduto sistematicamente a raccogliere immagini in negativo delle persone presenti. In un primo momento la rilevazione Ł avvenuta in assenza di giudizio, coprendo di colore nero le caratteristiche fisiognomiche e riducendole a un ombra, seguendo solo i tratti periferici del corpo in questione. In questo modo tutti i punti percettivi del soggetto ritratto venivano chiusi e resi silenti dal colore nero, nascosti usando un metodo rigidamente automatico di accumulazione degli indizi, o, per meglio dire, indici. L indice Ł infatti la proiezione fisica di un essere vivente, sia essa un ombra o l orma di una mano o di un piede. L indice si caratterizza per il forte rapporto di referenzialit col soggetto cui rimanda, portando con sØ la verit della cosa riprodotta. Anche la fotografia si pone come segno indicale, poichØ riporta sul negativo l ombra proiettata dalla luce di un corpo attraversato dalla luce stessa. A questo punto Ł cominciata la fase della rappresentazione iconica, la quale invece si fa forte dell interpretazione dell autore prevaricando la fredda rilevazione scientifica di un dato. Indovinando la posizione e la forma di occhi, bocca, naso, dita, organi genitali, ho tolto colore in corrispondenza degli stessi, cercando di riattivare la comunicazione, prima interrotta, col soggetto che avevo davanti. La sua percezione dell opera ha messo in moto un certo stupore nel rivedere il proprio corpo trasformato in immagine umbratile e nuda, al di l della quale io lo osservavo. L orma lasciata si Ł arricchita delle mie riflessioni, ma Ł stata anche depauperata dell iniziale attestazione di verit insita nel metodo. Difficile dire quale via sia meglio scegliere nel fare arte. Dal mio punto di vista mi mantengo su una linea-limite come un funambolo che resiste finchŁ mantiene in equilibrio rigidit e mollezza, realt e immaginazione. AUTORITRATTO ALLO SPECCHIO, video dvd, 2006 Si tratta di un autoritratto in cui Ł stato eliminato un passaggio, quello della creazione dell immagine attraverso l elaborazione mentale che 1 Arturo Schwarz, Man Ray, in Art Dossier n 139, Novembre 1998, p.5. Copertura graduale del soggetto col dipinto. Individuazione dei caratteri fisionomici, eliminazione del colore in corrispondenza degli orifizi.
Anteprima della tesi: L'inclinazione al fotografico nel Novecento, Pagina 3

Indice dalla tesi:

L'inclinazione al fotografico nel Novecento

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Bugada
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti figurative, musica, spettacolo e moda
  Relatore: Piero Cavellini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte concettuale
arte concreta
bruno munari
dadaismo
fotografia
fotografia sperimentale e astrattismo
lea vergine
lucio fontana
magritte
man ray
marcel duchamp
neoavanguardie
rosalind krauss
stieglitz
universo pop
video arte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi