Skip to content

Organizzazione aziendale delle società sportive

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
15 conto unicamente dei benefici privati e non dei benefici sociali. Nel dibattito sul bene sport è anche emersa l‟idea che tale bene possa essere considerato un bene meritorio (merit good)20. Musgrave21 evidenzia come lo Stato, attraverso le sue burocrazie, individuati gli obiettivi di politica economica, segnala il carattere meritorio di alcuni beni. Riguardo a tali beni lo Stato assume un atteggiamento paternalistico decidendone la quantità ottima da produrre nel perseguimento dell‟obiettivo della massimizzazione del benessere sociale. I beni meritori sono, quindi, beni rispetto ai quali il principio della scelta del consumatore è abbandonato e la cui quantità viene decisa dallo Stato. Studi epidemiologici evidenziano che la pratica regolare di sport o esercizio fisico riduce il rischio che insorgano disturbi cardiaci, ansia e depressione nonché ipertensione. Anche i risultati di indagini sul comportamento delle famiglie evidenziano gli effetti benefici della partecipazione allo sport sulla salute e mettono in luce che un‟alta percentuale degli intervistati ritiene importante fare esercizio fisico ovvero praticare sport. Sembra quindi riconosciuto indiscutibilmente che è importante fare sport. Ma ci può essere un‟errata percezione da parte degli individui riguardo gli effettivi benefici dello sport. Gli individui, infatti, possono credere che il livello di esercizio fisico che praticano sia quello appropriato anche quando così non è. Lo Stato, in tal caso, può intervenire per “educare” gli individui dando loro le corrette informazioni e direttive riguardo la natura dei benefici derivanti dall‟esercizio fisico oppure sovvenzionando opportunità sportive rilevanti ai fini della salute22. Lo sport, data la sua rilevanza sociale, può allora essere considerato come un bene meritorio. Lo Stato, quindi, si sostituisce al mercato ed assume un ruolo educativo spronando i consumatori a fare maggiore esercizio fisico o coloro che non praticano sport a partecipare al mondo dello sport. 20 Sono beni meritori (merit goods) quei beni la cui fornitura e consumo è incoraggiato dallo Stato per la loro valenza sociale. 21 Si veda Musgrave, 1995. 22 Sport, crimine e sviluppo economico. Nei programmi sociali governativi di vari Paesi, europei e non, si evidenzia spesso un legame tra sport e crimine nel senso che si ritiene che la partecipazione allo sport possa allontanare dal crimine coloro che altrimenti potrebbero essere portati a compiere atti di delinquenza o vandalismo. La partecipazione allo sport si ritiene possa avere particolarmente rilevanza per la classe degli uomini giovani: lo sport potrebbe indiriz- zare tali soggetti verso un' occupazione del tempo libero costruttiva piuttosto che distruttiva. Programmi sociali, statali, basati sullo sport e che si pongono 1'obiettivo di promuovere 1'auto considerazione, di incentivare il senso di responsabilità e quindi di fare un uso costruttivo del proprio tempo libero risulterebbero, quindi, auspicabili. Dai pochi dati disponibili, non è però possibile dedurre se il beneficio sociale (riduzione del crimine) superi o meno il costo sociale ovvero il costo dell' attuazione dei programmi di "riabilitazione" tramite lo sport. Un'altra possibile giustificazione dell'intervento dello Stato volto a promuovere e produrre sport è che lo sport può fungere da promotore dello sviluppo economico. Lo Stato può investire in infrastrutture sportive, fornendo sport, per permettere la rivitalizzazione e lo sviluppo di "zone" (città, regioni, etc.) depresse. Creare infrastrutture sportive può significare ospitare eventi sportivi di rilievo e promuovere attività ricreative sportive che stimolino il turismo e creino occupazione. Anche in questo campo l'evidenza empirica non permette di dare risposte definitive riguardo il reale beneficio, al netto dei costi, di programmi statali di sviluppo basati sulla promozione dello sport.
Anteprima della tesi: Organizzazione aziendale delle società sportive, Pagina 13

Preview dalla tesi:

Organizzazione aziendale delle società sportive

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ruggero Rinaldin
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e direzione delle imprese
  Relatore: Franco Fontana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 335

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi