Skip to content

Machiavelli, Principe del conflitto: analisi sulle moderne strumentalizzazioni del pensiero machiavelliano

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Pensiamo ad esempio al duro addestramento che caratterizza la selezione degli ufficiali della Delta Force, corpo di élite dell‟esercito statunitense: i soldati sono sottoposti ad una serie di estenuanti prove fisiche e psicologiche volte a selezionare solo i migliori. Alla fine di questo duro percorso, dopo un‟ulteriore marcia di 40 miglia, allo stremo delle forze e al limite delle condizioni mentali, ai soldati viene consegnato un libretto, non troppo lungo, dal quale estrapolare alcuni “fondamenti” utili per il ruolo di ufficiali che andranno a ricoprire. Questo libro è il De Principatibus di Niccolò Machiavelli. Ma perché proprio questo testo? Michael A. Ledeen, nell‟introduzione al suo Machiavelli on modern leadership, afferma che nessuno, eccetto Machiavelli, ha trattato con una tale “brutale chiarezza” il tema del potere e dei requisiti politici e morali necessari a ricoprire il ruolo di leader. Obiettivamente, in questa giungla di best-seller, saggi e manuali, il Machiavelli storico, vissuto a Firenze tra il Quattrocento e il Cinquecento, risulta oggetto di un barbaro processo di strumentalizzazione e demonizzazione: vittima della sua stessa chiarezza, il pensiero dello scienziato è sottoposto alle interpretazioni più disparate, che gettano sulla sua figura l‟ombra di un realismo cinico e amorale, di un pragmatismo arido e spietato, alimentando così la già vasta corrente dei machiavellismi. La fortuna e la condanna delle opere del fiorentino risiedono, infatti, nella possibilità di essere conosciute e recepite sotto forma di metafora. Come un Giano bifronte, al contempo ammirato e rigettato, il pensiero di Machiavelli si presta a numerose interpretazioni tendenziose. Spesso dimentichi del contesto storico in cui la riflessione di Machiavelli si situa, gli autori di queste moderne strumentalizzazioni fanno del fiorentino una sorta di profeta, attribuendo alle sue considerazioni un carattere premonitore9, anziché riconoscere la volontà puramente teorica e realista del suo pensiero. Questa deformazione della figura di Machiavelli si origina nelle sue stesse opere: dal Principe ai Discorsi, passando per la Clizia e la Mandragola, stralci di frasi sono estrapolati e decontestualizzati, trasposti in un‟ottica moderna che innalza lo scrittore a ruolo di precursore e guida per i posteri. Troppo spesso usato per elogiare scelte politiche e militari particolarmente astute, per condannare l‟operato altrui o per giustificare la lecita sopraffazione del prossimo, il Machiavelli, ridotto ad aforismi e a pillole di saggezza10, assume agli occhi degli incauti lettori l‟affascinante veste di maestro del male, capace di trasmettere importanti lezioni sulla leadership 9 Verdiglione, A. Niccolò Machiavelli 10 Baldini, A. E. Machiavellismo e Machiavellismi: progetto di ricerca e messa a punto di un concetto
Anteprima della tesi: Machiavelli, Principe del conflitto: analisi sulle moderne strumentalizzazioni del pensiero machiavelliano, Pagina 2

Indice dalla tesi:

Machiavelli, Principe del conflitto: analisi sulle moderne strumentalizzazioni del pensiero machiavelliano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Savera
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Artemio Enzo Baldini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

conflitto
diplomatici
machiavelli
machiavelliano
machiavellico
machiavellismi
machiavellismo
manager
strumentale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi