La cultura pastorale tra Puglia e Abruzzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 INTRODUZIONE a transumanza è stato un importante fenomeno, iniziato nel XIII secolo e durato per circa quattro secoli, che ha profondamente caratterizzato la vita economica e sociale di alcune realtà del Mezzogiorno d’Italia e in particolare della Puglia e dell’Abruzzo. Tale fenomeno ha creato i presupposti per una profonda interrelazione tra genti di origine diverse; con questa tesi si sono analizzati alcuni aspetti di queste significative relazioni strette tra i pastori abruzzesi che in inverno andavano a svernare con le proprie greggi nella piana di Foggia e i contadini pugliesi. Tali relazioni hanno, poi, avuto una profonda rilevanza sulla cultura materiale e immateriale delle compagini sociali di entrambe le regioni. Nel primo capitolo si è parlato della storia della transumanza nel mezzogiorno d’Italia dagli albori dell’età repubblicana, poi in declino, ad una ripresa più in là nei secoli, a cavallo tra il XIV e il XV secolo con Giovanna II d’Angiò che riformò tutto il sistema. La transumanza fu istituzionalizzata solo con Alfonso I D’Aragona nel 1447, quando si istituì la Dogana della Mena delle pecore, un meccanismo che spingeva i pastori con le greggi a “calare” dai monti dell’Abruzzo alla piana del Tavoliere di Puglia. La transumanza poi entrò in crisi con il regno Borbonico sino a subire un brusco ridimensionamento con Giuseppe Bonaparte il quale abolì la Dogana. Il secondo capitolo guarda alla realtà pugliese, quella dei contadini; dal paesaggio pugliese, paesaggio arido e malsano in estate agli inverni umidi e poco ospitali. I contadini pugliesi erano in continua L

Anteprima della Tesi di Federica Dell'olio

Anteprima della tesi: La cultura pastorale tra Puglia e Abruzzo, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federica Dell'olio Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2830 click dal 08/04/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.