Skip to content

L'incontro con l'Altro - Giovani viaggiatori in Burkina Faso

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Autore Ilaria Capra L’incontro con l’Altro 10 viaggio. È facile che i turisti si sentano insicuri e temano che i loro oggetti di valore vengano rubati, specialmente se nei paesi in cui si recano i salari medi della popolazione sono di gran lunga inferiori. D’altra parte anche gli autoctoni possono sentirsi minacciati dai viaggiatori che sconvolgono i loro ritmi, hanno abitudini diverse e spesso incomprensibili, convinzioni e pretese inspiegabili. E capita molto sovente che gli italiani in viaggio si sentano etichettare con gli stereotipi menzionati sopra (e molti altri), ancor più se ci si inoltra in paesi lontani, dove si aggiungono quelli sui bianchi o sugli europei in generale. Una corretta (in-)formazione rende i futuri viaggiatori in grado di comprendere la realtà sociale che andranno a visitare, e di relazionarsi correttamente con essa; infatti è difficile instaurare una relazione proficua se si ha una conoscenza generica e stereotipata degli attori con cui si interagisce. Al contrario, i media, l’industria turistica e a volte persino le associazioni di cooperazione e i viaggiatori stessi, contribuiscono in maniera etnocentrica alla creazione di un’immagine distorta della realt{ politica, sociale, economica e culturale del continente africano riducendolo ad un’unica realtà omologata, che conferma il concetto secondo il quale l’Africa nel suo complesso abbia bisogno dell’intervento di sviluppo occidentale. (LUCIA 2007) Le origini del “discorso”4 (FOUCAULT 1972) sull’Africa come “continente bambino” - ingenuo, selvaggio, primordiale, di animo e costumi semplici, religiosità infantile, gioioso, spensierato e incapace di risolvere i propri problemi senza l’intervento dell’occidente - deriva dall’epoca coloniale, addirittura dalla rappresentazione che ne veniva fatta nelle esposizioni universali5. (HALL 1997) I media tendono a dare rilievo solo agli aspetti negativi, ai problemi dell’Africa: fame, carestia, conflitti armati, corruzione, instabilità politica, difficoltà economiche, debito, miseria, barbarie, arretratezza, ecc. Solitamente non vengono citate le storie di successo e gli elementi positivi: manifestazioni artistiche e culturali importanti, salvaguardia delle tradizioni, dei valori della famiglia, del rispetto degli anziani - i quali restano “utili” fino al termine della loro vita -, la gioia di vivere, il multiculturalismo, le relazioni panafricane, la convivenza interreligiosa pacifica e proficua, la creativit{, l’imprenditoria, l’ingegnosit{ e la ricerca scientifica, il riutilizzo di prodotti di scarto, ecc. (MEZZANA 2007) Nel mondo giornalistico le immagini e le informazioni sono ordinate secondo il criterio della notiziabilità, perciò troviamo informazioni scarse e banalizzanti se il Paese non 4 Secondo Foucault la formazione discorsiva è il discorso comune che passa attraverso tutti i prodotti di una societ{: dall’architettura alla struttura socio-economico-politica, dalle arti agli individui. Il discorso definisce quello che è verità, e questa non esiste senza il potere. Ogni società ha il proprio regime di verità, che definisce anche il comportamento, cosa è giusto e cosa è sbagliato e come si devono considerare gli Altri 5 Le esposizioni universali in quel periodo storico erano occasione di legittimazione del discorso coloniale. Le madrepatrie degli imperi mostravano tutte le loro conquiste, e spesso ricostruivano villaggi tradizionali e obbligavano “indigeni” a far finta di vivervi dentro perché i visitatori potessero guardarli, come si fa allo zoo
Anteprima della tesi: L'incontro con l'Altro - Giovani viaggiatori in Burkina Faso, Pagina 7

Indice dalla tesi:

L'incontro con l'Altro - Giovani viaggiatori in Burkina Faso

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ilaria Capra
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
  Relatore: Alberto Antoniotto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 99

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

africa
altro
antropologia
burkina faso
campo di lavoro
caso studio
comunità ospitanti
esternalità
etnocentrismo
giovani
interviste
mito dello sviluppo
motivazioni al viaggio
ong
questionario
ragazzi
sahel
scambi internazionali
scambio interculturale
sociologia
sviluppo
turismo
turismo responsabile
volontariato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi