Produzione di energia elettrica da fonti geotermiche a bassa entalpia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Introduzione L’energia geotermica è la forma d’energia legata al calore endogeno della Terra. Attualmente le risorse geotermiche sono sfruttate per produrre elettricità e per usi diretti del calore. Dal punto di vista dell’utilizzazione relativa alla produzione di energia elettrica, si possono distinguere: usi ad alta entalpia e usi a bassa entalpia. Per usi ad alta entalpia si intendono quelli che si hanno quando il fluido geotermico ha una temperatura superiore a 150°C ed è disponibile sotto forma di vapore (estratto da serbatoi a vapore dominante) o liquido a pressioni superiori a 10-20 bar (estratto da serbatoi ad acqua dominante). In questo caso la forma di sfruttamento è quella ben nota delle centrali termoelettriche convenzionali (centrali a vapore secco o a flash). Gli usi a bassa entalpia sono relativi ai fluidi geotermici con temperature inferiori ai 150° C (estratti dai serbatoi ad acqua dominante) che alimentano centrali a ciclo binario. Circa la metà dell’energia elettrica generata da fonte geotermica nel mondo deriva dai campi a vapore dominante. I campi geotermici in esercizio o in via di sviluppo sono in tutto 95 su oltre 250 accertati. Di essi solo 7 sono a vapore dominante, la rimanente parte producono acqua calda pressurizzata o semplicemente acqua calda. E’ evidente che, per il futuro, lo sviluppo della produzione di energia elettrica da fonti geotermiche è legato allo sfruttamento delle sorgenti a bassa entalpia e dei numerosi campi ad acqua dominante ancora inutilizzati. Di primario interesse è, in questa ottica, lo sviluppo della tecnologia dei cicli binari. Questi impianti hanno efficienze termodinamiche superiori agli impianti a separazione di vapore che rappresentavano, fino a non molti anni fa, l’unica tecnologia attraverso la quale produrre energia elettrica da campi geotermici ad acqua dominante. Negli impianti a ciclo binario (fig.1), il calore del fluido geotermico è ceduto ad un fluido secondario attraverso uno scambiatore di calore. Fig.1 Rappresentazione schematica di un impianto a ciclo binario

Anteprima della Tesi di Francesco Pagano

Anteprima della tesi: Produzione di energia elettrica da fonti geotermiche a bassa entalpia , Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Francesco Pagano Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3341 click dal 21/06/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.