Skip to content

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 per le costruzioni di navi per poi subentrare nel 1950 l’acciaio; il declino di U.K. era inevitabile, basti pensare alle immense risorse naturali di U.S.A. e alla rapida crescita demografica. Il Novecento è stato il secolo della crescita più sostenuta e trasformazioni più profonde, ma anche di instabilità alte, con aspetti sistematici e continuativi delle fluttuazioni cicliche nella produzione, occupazione, crisi reali e finanziarie, come similmente avvenute nell’800 che fu anche un secolo caratterizzato da salari che non superavano i livelli di sussistenza e non esistevano i sindacati. Nel ‘900 le politiche sociali hanno attenuato la ripercussione delle fluttuazioni e delle crisi fisiologiche dell’Economia, codeste fattispecie sono state caratterizzate dal Grande Crollo degli anni Trenta. Il PIL ebbe un decremento del 17% nel 1932 rispetto al 1929, con effetti che la disoccupazione dilagò in modo preoccupante, il commercio mondiale ebbe un decremento di ¼, il protezionismo soppiantò la libertà di commercio, il mercato internazionale subì un collasso. E’ stato il secolo della sfida sovvertitrice, teorizzata da Marx, stimolo potente da parte di un modo di produzione diverso dall’economia di mercato e a questo avverso, fallito nelle forme del comunismo sovietico; il socialismo reale europeo è franato nel passaggio industria pesante a produzione estensiva. La produzione nell’URSS si era incrementata più rapidamente rispetto agli USA dal 1928 al 1939 (86% contro 9%), mentre dal 1950 al 1973 (200% contro 140%), tuttavia nel (1973–‘90) lo sviluppo dell’URSS scendeva al di sotto di quello americano (30% contro 55%). In questo scenario economico la Cina ha raddoppiato il PIL pro-capite, per una popolazione salita da 546 a 1200 milioni di persone, mentre il tasso annuo di crescita della produzione è pari all’8%, dopo le riforme liberalizzatici di Deng. Nel 1820 la Cina era la maggiore economia del globo col 29% del prodotto mondiale (5% per U.K). Nel ventennio 1950-60, la Cina frena il suo PIL al 6%, oggi è risalita al II posto 13% subito dopo al 20%, permane aperta la duplice questione se la Cina evolverà verso una economia di mercato, come avviene in altre regioni dell’Asia e se sarà amichevole o ostile in politica estera. Mentre per l’economia ex-pianificate dell’Europa dell’est, il cammino sta diventando arduo. E’ stato il secolo che ha visto mutare gli equilibri del potere mondiale, d’inizio ‘900 al dominio pieno incontrastato di USA al ruolo economico assunto dalla Germania e dal Giappone, sconfitti nel 1945. Oggi la crisi USA è caratterizzata dal finanziamento dell’economia (spesa pubblica), in Italia si congettura la necessità di regole (70 anni fa gli USA già affrontava questa idea), due punti di vista strettamente diversi. Nel 1870 l’export dell’Europa Occidentale era oltre il 50% fino al 1913, oggi superano di poco il 40%. Inoltre l’Euro ha contribuito a rimuovere divisioni e conflitti, un ambizioso piano di unire l’Europa, come mercato con area monetaria comune una super potenza
Anteprima della tesi: L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta, Pagina 2

Indice dalla tesi:

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Settembre
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Pietro Cafaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 264

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analogia crisi del '29 e quella attuale
crisi attuale italia
deflazione e inflazione
diseguaglianze economiche
f.d. roosevelt
gli stati uniti dalla depressione all'era di roos
grande crescita economica usa 1890 - 1900
h. hoover
ii new deal
infrastrutture
l'italia durante la crisi del 1929
la germania durante la crisi del 1929
le ripercussioni del crollo di wall steet in euro
lo stato spendendo arrichisce
new deal
organizzazione scientifica del lavoro
prima gestione della crisi 1929 - 1933
produzione di massa
ruolo dei derivati
ruolo della finanza di ieri e oggi a confronto
sottoconsumo
sovrapproduzione
tva (tennessee valley authority)
uscita definitiva dalla crisi economica del 1929

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi