Skip to content

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 vantaggi della stabilità sociale ed economica, conoscendo uno dei boom più importanti della propria storia. La Francia fu caratterizzata dalla stabilità della moneta più una perdita di valore del franco, che iniziò nel 1915, fino alla stabilizzazione operata da Poincarè nel 1928, con una fissazione del valore in oro del franco. La “Grande Guerra” creò dei danni all’apparato produttivo della Francia, soprattutto all’industria estrattiva di ferro, carbone, siderurgia e metallurgia, questo evento negativo fu da stimolo per incentivare/sostenere l’espansione economica. La ricostruzione, proseguì di pari passo con i settori: dell’elettrificazione; industria della gomma; derivati del petrolio; auto; beni intermedi, questa espansione fu favorita dal fatto che l’imprese tecniche si incominciavano a concentrare in distretti industriali, più l’avvento del miglioramento dei processi di trasformazione mediante l’uso sistematico dei macchinari moderni, con l’introduzione della produzione in serie e dell’applicazione spinta dei procedimenti tayloristici dei compiti lavorativi. Tutti questi processi di cambiamento indotti dall’espansione economica, ebbero effetti di un incremento del reddito nazionale di ⅓ rispetto al 1913, mentre la produzione industriale ebbe un incremento del 40%, i salari degli operai erano aumentati solo di ¼. Confrontando il tasso di crescita del salario reale in Francia e U.K., il salario medio francese passò dall’indice 100 del 1914 all’indice 124 del 1930, contro un salario Britannico che passava da 100 a 121. Tuttavia, le organizzazioni sindacali Britannici riuscirono non solo a mantenere costante i salari, ma addirittura ad incrementarli, mentre le contingenze di ristagno della produzione e della dilagante disoccupazione non consentivano ciò. In Francia, era presente uno squilibrio salari-profitti, in cui una classe operaia era tenuta ai margini del sistema sociale, divisa politicamente e ideologicamente, con un tasso di sindacalizzazione molto basso rispetto a tutte le grandi Nazioni industrializzate, riesce con difficoltà a far crescere il salario reale in una congiuntura favorevole (che avrebbe dovuto incrementarli) nei rapporti di forza sul mercato del lavoro, crescendo in misura inferiore rispetto all’aumento della produzione, un forte squilibrio strutturale tra crescita dei salari e dei profitti. La crisi degli anni Venti, creò destabilizzazione che avrebbe rotto questa pace sociale, con aspetti di precarietà e squilibrio tra settori. Inoltre lo squilibrio tra i settore industriale e settore agricolo, continuò in modo incisivo a cavallo tra le due Guerre, con bassi livelli di produttività dell’agricoltura, tanto che diede un contributo alla crescita industriale nel fornirle manodopera con un esodo rurale che ammontò a 950.000 unità, con un ritmo di esodi di 80.000 all’anno. Altro squilibrio fu quello del settore dei beni d’investimento e beni di consumo; i beni di consumo erano arretrati alla prevalenza della piccola impresa familiare, con alti costi, orientati verso la produzione di lusso e l’export.
Anteprima della tesi: L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta, Pagina 6

Indice dalla tesi:

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Settembre
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: PietroCafaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 264

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analogia crisi del '29 e quella attuale
crisi attuale italia
deflazione e inflazione
diseguaglianze economiche
f.d. roosevelt
gli stati uniti dalla depressione all'era di roos
grande crescita economica usa 1890 - 1900
h. hoover
ii new deal
infrastrutture
l'italia durante la crisi del 1929
la germania durante la crisi del 1929
le ripercussioni del crollo di wall steet in euro
lo stato spendendo arrichisce
new deal
organizzazione scientifica del lavoro
prima gestione della crisi 1929 - 1933
produzione di massa
ruolo dei derivati
ruolo della finanza di ieri e oggi a confronto
sottoconsumo
sovrapproduzione
tva (tennessee valley authority)
uscita definitiva dalla crisi economica del 1929

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi