L'elaborazione delle politiche energetiche in Italia dal dopoguerra alla fine degli anni Ottanta

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 6 Tab. 2 Distribuzione dei consumi di energia primaria e dipendenza dell�estero dal 1950 al 1973 in % Anno Combustibili solidi Gas naturale Petrolio Idro-geoelettrica Nucleare Dipendenza da estero 1950 40,2 2,0 22,1 35,5 0 50 1960 20,7 10,1 46,4 22,8 0 58 1965 12,6 7,8 65,8 12,8 1 74 1970 9,1 8,8 72,5 9,0 0,6 80 1973 7,5 10,3 75,0 6,7 0,5 82 Fonte: per l�anno 1950 cfr. A. CL�, Crisi energetica�, op. cit., p. 97; per gli anni dal 1955 al 1973 cfr. CEEP, I problemi dell�energia in Italia, Milano, 1977, p. 200. Le ragioni dell�affermazione del petrolio a livello mondiale sono diverse. Nel settore dei trasporti l�affermazione del motore a scoppio ne determin� un successo grandioso gi� prima della Seconda guerra mondiale negli Stati Uniti. Sempre nel periodo compreso tra le due guerre nuove tecniche di raffinazione e scoperte diedero il via alla petrolchimica19.Inoltre il petrolio, a differenza del carbone, era ed � estremamente facile da trasportare e quindi permetteva il suo utilizzo anche lontano dalle aree di produzione; il suo prezzo rapportato al suo potere calorico era pi� vantaggioso rispetto a quello del carbone20. Ma la ragione principale sembra essere la prima e cio� il �combinarsi tra progresso tecnologico e sue [del petrolio] specificit� qualitative� 21 che all�interno dello straordinario periodo di espansione che l�Italia attraversava in quel periodo, trainata dalla crescita della produzione industriale, ne ha determinato il suo primato. Anche nel settore della produzione di energia elettrica a partire dagli anni �60 fu l�olio combustibile a imporsi. L�esponenziale aumento della domanda elettrica, la possibilit� d�importare petrolio a basso costo, la progressiva saturazione della 19 C. PAVESE, Energia e risorse, op. cit., p. 139. �Dal 1950 il greggio soppiant� il catrame di carbone quale fonte di composti organici. La produzione di materie plastiche, detergenti, fibre, gomme sintetiche, sal� da 3 Mt nel 1950 a 13 nel 1960, a 50 nel 1970, a 110 nel 1985; anche l�agricoltura trasse vantaggi da nuovi fertilizzanti chimici, fitofarmaci e pesticidi�. 20 Cfr. A. CL�, Crisi energetica�op. cit., p. 96-97. 21 Ibidem, p. 97.

Anteprima della Tesi di Jacopo Luigi Stissi

Anteprima della tesi: L'elaborazione delle politiche energetiche in Italia dal dopoguerra alla fine degli anni Ottanta, Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Jacopo Luigi Stissi Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1675 click dal 23/04/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.