Il principio di buona amministrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1: IL PRINCIPIO DI BUONA AMMINISTRAZIONE NELLA GIURISPRUDENZA COMUNITARIA Se si analizza da un punto di vista storico evolutivo tutto il processo che ha condotto alla formazione di un Diritto amministrativo comune non si può prescindere dall’analisi dell’influenza che la pronunce dei giudici hanno avuto in merito a tale evoluzione. Prima di capirne i motivi bisogna fare una precisazione di carattere normativo. L’impostazione originaria predisposta dal Trattato di Roma del 1957 prevedeva il conferimento della funzione legislativa alla Comunità e gli Stati membri apparivano come attuatori della decisione comunitaria in funzione decentrata 17 . In pratica la funzione amministrativa rimase degli Stati membri con la conseguente presenza di una pluralità di procedimenti amministrativi differenti 18 . Da una parte le logiche amministrative di stampo inglese proponevano una impostazione manageriale del procedimento amministrativo, dall’altra i P a e s i d e l l ’ E u r o p a c o n t i n e n t a l e e r a n o l e g a t i a l l ’ i d e a d i un’amministrazione gerarchizzata con forme procedimentali- partecipative di scarsissimo rilievo. Per risolvere i problemi derivanti dalla presenza di strutture burocratiche diversificate si è cercato di 15 17 CASSESE S. Diritto Amministrativo europeo e diritto nazionale : signoria o integrazione? In Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 2004, V, pag 1135-1141. Cassese sottolinea che: i padri fondatori della comunità si cullarono sull’idea che la comunità fosse organismo di decisione, non di esecuzione, e potesse rimettere l’esecuzione agli Stati, che così conservarono l’ultima parola 18 CHITI M. L’integrazione amministrativa europea Bologna, 2003, pag 16. Si aggiunge inoltre: “il principio di esecuzione indiretta non comporta alcun ridimensionamento del ruolo delle amministrazioni nazionali, la cui autonomia rispetto alle autorità sovranazionali nel processo di attuazione del diritto comunitario è pienamente garantita”.

Anteprima della Tesi di Angelo Tarantino

Anteprima della tesi: Il principio di buona amministrazione, Pagina 11

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Angelo Tarantino Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9294 click dal 23/04/2010.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.