Analisi dei flussi e degli spazi per lo studio di re-layout di una azienda produttrice di valvole

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 antincendio; la divisione elettronica; e la divisione imballaggi. Concentrandosi per rendere le business units esistenti più redditizie Forst istituisce un programma di compensi in base al quale gli impiegati vengono premiati in proporzione ai profitti generati dalle proprie unità. Nel corso degli anni ’80 si susseguono ancora altre acquisizioni ma, a differenza degli anni passati, di piccola entità; Forst, infatti, persegue con insistenza l’obiettivo di rendere più proficue le aziende già incorporate cercando la maniera di eliminare ogni tipo di eccesso e di tagliare ogni spesa superflua. L’unica acquisizione di rilievo di questi anni avviene nel 1988: si tratta della Mueller Company, storico fabbricante di tubi per l’acqua e per il gas. Questa mossa rende la Tyco un giocatore di primo piano nel business dei prodotti per il controllo del flusso e tale area diventa ben presto la quarta unità principale gruppo con la divisione impianti idraulici e di protezione antincendio che viene riorganizzata per concentrarsi solamente sulla protezione antincendio, mentre il ramo impianti idraulici viene incluso nella nuova ed ultima divisione di controllo del flusso (“flow control division”). I primi anni del 1990 sono un periodo difficile per la Tyco a causa della recessione internazionale. In questa situazione la direzione della società viene affidata a L. Dennis Kozlowsky che lavora per il gruppo Tyco già dalla metà degli anni ’70. Kozlowsky mantiene la tendenza del suo predecessore verso il contenimento dei costi ma lentamente comincia ad assumere un approccio più aggressivo alle acquisizioni. Spendendo 28 bilioni di dollari per acquisire, tra il 1992 ed il 1998, ben 110 società egli è capace di trasformare la Tyco in un gigante da 12 bilioni di dollari di entrate con posizione di leader nel mercato in 4 grandi business: prodotti riciclabili e speciali (ex divisione imballaggi); servizi di sicurezza e antincendio; prodotti di controllo del flusso e componenti elettrici ed elettronici. Come conseguenza ad una crescente apertura verso i mercati internazionali la compagnia, nel 1993, cambia il suo nome in Tyco International Ltd. e qualche anno più tardi trasferisce il suo domicilio legale nelle Bermuda per ragioni fiscali. Alla fine degli anni ’90 vengono inglobate anche diverse aziende fabbricanti prodotti monouso per la medicina; ciò porta la divisone “prodotti riciclabili e speciali” a cambiare nome in “prodotti per l’assistenza sanitaria e speciali” (“healthcare and specialty products”). Nei primi anni del nuovo secolo si assiste ad una brusca inversione di tendenza. La vertiginosa serie di acquisizioni che ha fatto della Tyco un enorme e pesante conglomerato di aziende si è interrotta con grande velocità.

Anteprima della Tesi di Fabio Minetti

Anteprima della tesi: Analisi dei flussi e degli spazi per lo studio di re-layout di una azienda produttrice di valvole, Pagina 4

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabio Minetti Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7361 click dal 03/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.