Biogas: tecnologie, incentivi, redditività ed impatto territoriale.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 consumate ad un ritmo che è di centinaia di migliaia di volte superiore a quello con cui si sono prodotte) quanto quello di provocare danni irreversibili all’ambiente” (Libro Bianco per la valorizzazione energetica delle Fonti rinnovabili). Alla luce di questa situazione, la comunità internazionale sta valutando con sempre maggiore attenzione i possibili interventi da realizzare per contrastare le difficoltà strutturali dell‟attuale sistema energetico. In particolare negli ultimi anni sono stati promossi diversi interventi destinati a sostenere la produzione di energia da fonti rinnovabili che si presentano come una interessante alternativa alle fonti fossili, in quanto si riproducono in tempi rapidi (relativamente, purché si rispetti sempre il loro ciclo biologico), sono maggiormente diffuse sulla superficie del pianeta e sono meno impattante sul pianeta. Le fonti energetiche rinnovabili, che si rigenerano nella “scala dei tempi umani” e permettono uno sviluppo sostenibile, appaiono oggi la risposta più adatta per arginare il consumo delle risorse naturali e rispettare le prescrizioni del protocollo di Kyoto. Tra le varie fonti rinnovabili un ruolo di primo piano è occupato sicuramente dal biogas ottenuto dalla digestione di biomasse. Il biogas è una forma di energia alternativa, in cui attraverso la digestione anaerobica viene trasformata la sostanza organica in prodotti energetici cioè biogas, una miscela costituita essenzialmente da metano e anidride carbonica. Il vantaggio del processo è che partendo da materia organica si ottiene energia rinnovabile sotto forma di un gas combustibile ad elevato potere calorifico. Negli ultimi anni il settore del biogas ha registrato un rapido sviluppo e continua tutt‟oggi a crescere. Stime recenti evidenziano che a livello europeo, la Germania è il paese con il maggior numero di impianti realizzati; ma anche in Italia il biogas inizia ad assumere un ruolo predominate fra le varie forme di energie rinnovabili. Il biogas può essere ricavato dalle discariche di rifiuti, dal trattamento delle acque fognarie, dai liquami zootecnici, da residui agricoli e da colture energetiche dedicate. Il forte interesse nel biogas e soprattutto in merito all‟utilizzo di biomassa organica proveniente dal comparto agricolo – zootecnico, configurandosi già da oggi come il settore trainante per una diffusione su larga scala della digestione anaerobica. Infatti a tal proposito una percentuale crescente di imprenditori agricoli crede nelle bioenergie e pensa di investire risorse per realizzare un impianto a biogas, per ricavare energia dalle proprie attività produttive agricole. Investire in biogas significa

Anteprima della Tesi di Riccardo Forleo

Anteprima della tesi: Biogas: tecnologie, incentivi, redditività ed impatto territoriale., Pagina 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Agraria

Autore: Riccardo Forleo Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3965 click dal 06/06/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.