Un Framework Semantico per il Deployment di Ubiquitous Fuzzy Services

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 1.4.3 Intelligence User Friendly Interface Per accedere al sistema gli utilizzatori finali preferiscono software user-friendly da installare su un personal computer, i quali sono facili da usare, forniscono una visione globale dello stato dell’ambiente domotico e sono facilmente aggiornabili tramite Internet. Le funzioni più comuni che essi forniscono sono la gestione di eventi temporizzati, la possibilità di creare degli scenari in cui possono essere gestiti dispositivi diversi in contemporanea, la creazione di specifiche condizioni sotto le quali le risposte agli eventi si verificano, infine la generazione di un logfile dove il padrone di casa può avere informazioni sulle attività. L’interazione con l’Ambient Intelligence da parte di un utente, può avvenire attraverso vare modalità: • Attuatori: gli interruttori tradizionali montati nelle mura di casa forniscono un interazione abbastanza naturale con l’ambiente. E’ l’approccio meno invasivo per l’iterazione, infatti l’utente regola le luci o il climatizzatore come se si trovasse in una casa qualunque. In realtà un sistema domotico alla base dell’Ambient Intelligence è pronto ad apprendere dalle azioni dell’ut e n t e , e s a r à i n grado di regolare automaticamente i dispositivi secondo le nuove regole acquisite. • Palmari, cellulari: l’utente può disporre di un dispositivo di questo tipo ovunque si trovi. Naturalmente il grado di interazione si estende, poiché è possibile monitorare da remoto lo stato di un ambiente e regolarne il comportamento anche quando ci si trova lontani da casa. • Touch-screen, Elaboratori: Attraverso questi strumenti si raggiunge il grado più alto di interazione con l’ambiente. Non solo è possibile monitorare l’ambiente, programmarlo secondo le proprie esigenze, controllare lo stato di ogni dispositivo o di ogni Agente e comandarli a distanza, ma permette di modellare l’intera rete domotica, agendo su ogni singolo dispositivo, e di regolare gli accessi degli utenti all’ambiente. Chiaramente l’uso di Elaboratori e Touch-Screen permette una più facile gestione dell’ambiente soprattutto se è possibile operare con software visuali. L’interfaccia grafica deve essere quindi accurata nell’aspetto, intuitiva e dinamica. Per Intelligence User-Friendly Interface intendiamo quindi un interfaccia utente che deve essere progettata per adattarsi alla rete domotica, e deve essere soprattutto scalabile. Qualunque modifica alla rete domotica o ad un sistema ad Agenti deve essere riportata e deve

Anteprima della Tesi di Salvatore Raiola

Anteprima della tesi: Un Framework Semantico per il Deployment di Ubiquitous Fuzzy Services, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Salvatore Raiola Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 190 click dal 08/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.