L'animazione digitale: storia, linguaggi, tecniche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

all'osservatore dettagli e prospettive impossibili per l'occhio umano. La fotografia e il cinema sono i principali responsabili dell'annullamento della distanza, poiché, utilizzando zoom e primi piani, avvicinano spazialmente l'oggetto e lo spettatore e, in questo modo, soddisfano il desiderio delle masse, tipico della sensibilità moderna, di possedere visivamente da vicino gli oggetti. La differenza tra pittore e operatore, da Benjamin paragonati rispettivamente al mago e al chirurgo, risiede proprio nel loro rapporto con la distanza. Come il primo cura le persone senza toccarle, il pittore riesce a mantenere una distanza naturale dalla realtà, quindi a rispettarne l'aura, e a ottenere un'immagine totale di essa. L'operatore, invece, penetra nell'oggetto, come il chirurgo durante un'operazione, e ne dà un'immagine frammentata, che deve essere ricostruita a posteriori. Questo, anche se elimina l'aura, permette al cinema di ampliare le capacità percettive dello spettatore, di moltiplicare i punti di vista sulla realtà, quindi di rendere lo sguardo umano più autonomo e meno contemplativo. Ciò che collega le teorie di Benjamin a quelle attuali sulla riproduzione digitale, passando attraverso l'immagine analogica, è il rapporto tra realtà e rappresentazione, per cui ci si chiede se le nuove tecniche digitali abbiano ridato aura all'opera artistica e al reale. L'immagine sintetica, infatti, intrattiene un legame debole con il mondo esterno, e da un punto di vista ontologico... è paragonabile a qualsiasi altra immagine fortemente mimetica... dal momento che non è più causata da un oggetto... non assicura alcuna relazione certa con l'evento reale – non più di quanto possa fare un ritratto o un paesaggio dipinti – benché si presenti ai nostri occhi in una veste fotorealistica. 12 12 Simona Pezzano, Il cinema incontra il digitale e ritrova le sue origini. Come 17

Anteprima della Tesi di Linda Barsotti

Anteprima della tesi: L'animazione digitale: storia, linguaggi, tecniche, Pagina 17

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Linda Barsotti Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14232 click dal 03/06/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.