Piani di retribuzione variabile e altre forme d'incentivazione nell'impresa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 1.2 - Meccanismi retributivi incentivanti Per iniziare l’analisi dei differenti meccanismi retributivi di tipo incentivante bisogna chiedersi che cosa s’intende con la parola “incentivo”. In generale, un incentivo può essere un sistema di strumenti economici che secondo una scala prestabilita, associa in modo inequivocabile un insieme di ricompense ad uno specifico range di performance (Felicetti, 1994). In contrasto con i modelli retributivi di tipo tradizionale, quindi la ricompensa (monetaria o non monetaria) non è commisurata solamente alle ore lavorative (input), bensì anche a specifici risultati di produttività (output), ovverosia a ciò che l’impresa si aspetta di ottenere da un lavoratore. Tre aspetti sono comuni ad ogni schema incentivante: a) gli incentivi ricompensano soltanto il risultato finale della performance del lavoratore e non la performance stessa; b) le ricompense devono essere di tipo reversibile; c) la connessione fra risultati e ricompense deve essere chiara al lavoratore prima che questi eroghi lo sforzo lavorativo. Mantenendo salde queste caratteristiche, gli schemi incentivanti assumono forme diverse a seconda delle categorie di lavoratori alle quali essi sono destinati. I manager, per esempio, sono spesso incentivati da schemi conosciuti come Management by objectives (MbO); i venditori ricevono commissioni sul quantitativo venduto; gli operai ricevono bonus direttamente correlati alle loro performance produttive. Non vanno confusi questi tipi di schemi con i bonus una tantum. Infatti, nel caso degli schemi incentivanti l’ammontare del bonus ed il suo legame con il lavoro svolto sono conosciuti a priori dal lavoratore, mentre nel caso dei bonus una tantum questo non avviene.

Anteprima della Tesi di Gian Maria Masiero

Anteprima della tesi: Piani di retribuzione variabile e altre forme d'incentivazione nell'impresa, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Gian Maria Masiero Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3569 click dal 07/06/2011.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.