Bioterrorismo: antrace come strumento di aggressione. Aspetti psicologici del terrorismo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Nella seconda parte della relazione si analizzano gli effetti di un potenziale attacco bioterroristico utilizzando l‟antrace, si descrivono le conseguenze e si propongono metodi di prevenzione e di cura. Quindi si pone attenzione a quelli che sono gli aspetti psicologici del terrorismo e cioè tutti quei sentimenti e quelle emozioni che chi è vittima di un attacco prova e con le quali si trova a relazionarsi, spesso senza avere gli strumenti per affrontare la situazione. Oggi siamo abituati ad avere tutto sotto controllo, o forse spesso ci illudiamo che sia così. Scontrarci con qualcosa che non sappiamo affrontare fa cadere tutte le nostre certezze e ci fa specchiare in una realtà che non immaginavamo. Le reazioni emotive che ne derivano spesso possono spaventarci più della situazione stessa: il panico, la paura, l‟ansia se non sappiamo farvi fronte ci rendono estremamente vulnerabili e perciò incapaci di reagire. Ecco allora che si rende necessario potenziare gli aiuti non solo dal punto di vista materiale, ma anche da quello del sostegno psicologico. Le vittime non vanno sottovalutate, per non rischiare di vittimizzarle due volte. Nell‟ultima parte del lavoro si descrivono i Piani di emergenza messi a punto dallo Stato, dall‟Unione Europea e nello specifico della città di Roma, dal Comune e si enunciano i compiti della Polizia Municipale nel caso si verifichino situazioni di crisi. L‟esperienza di chi scrive in questo settore è fortunatamente solo teorica, tuttavia, le simulazioni fatte al solo scopo di esercitazione fanno immediatamente calare nel clima di emergenza e purtroppo di paura che inevitabilmente si crea. Speriamo ancora una volta che l‟intelligenza umana prevalga sulle bramosie di potere e sulle avidità di vendette, consapevoli che una momentanea supremazia di questi sentimenti negativi porterà sicuramente ad una definitiva sconfitta di tutto quanto di buono l‟uomo ha creato.

Anteprima della Tesi di Vanessa Le Foche

Anteprima della tesi: Bioterrorismo: antrace come strumento di aggressione. Aspetti psicologici del terrorismo, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Vanessa Le Foche Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1872 click dal 07/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.