Reti internazionali e cooperazione tra città: logiche e problematiche del networking attivo nella definizione di politiche e progetti urbani

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Per chiarire a quali condizioni la rete internazionale si rivela uno strumento utile, terremo conto di quanto appena affermato relativamente all’interazione tra la scala internazionale di rete e quella urbana. Lo studio sarà quindi articolato su due livelli di analisi: il livello di rete (parte II, cap. 2 e 3)e il livello locale (cap. 4). Il primo ci permetterà di approfondire le logiche del networking di tipo politico, cooperativo e generalmente caratterizzato da approcci progettuali. Il secondo consentirà di ricondurre tali logiche alle dinamiche urbane, e di capire in che modo le influenzano. Per quanto riguarda l’analisi a livello di rete, ai fini di studiare i meccanismi del networking e osservarne i risultati nel fronteggiare la complessità, affronteremo i seguenti temi: - le tipologie di rete in base ai loro obiettivi, modalità d’azione, strutture; - le razionalità politiche ed economiche che le animano; - gli obiettivi attesi e raggiunti, i costi e i benefici che comportano, e quindi la loro efficacia ed efficienza; - la sostenibilità dello strumento-rete, a fronte dei vincoli politici ed economici a cui gli enti locali sono soggetti; - il significato attribuito alla rete dall’amministrazione locale nel complesso e dai singoli che ci lavorano; - l’interazione tra le relazioni orizzontali, che di per sØ caratterizzano internamente la rete, e quelle esterne ad essa, con altre reti o tra città e livelli istituzionali ad esse superiori (Stati, organizzazioni internazionali). A livello locale, ci chiediamo quali siano i risultati che le singole città ottengono dalla rete, soffermandoci in particolare su: - gli attori locali coinvolti nel lavoro di rete e nelle azioni sul territorio urbano da essa derivanti; - l’adozione di approcci integrati e/o partecipati allo sviluppo urbano; - l’incremento di capitale territoriale derivante dalla partecipazione alla rete, ossia le diverse tipologie di risorse che la città ottiene e che può sfruttare per azioni di riqualificazione urbana; - i punti di forza e i punti deboli che ogni città deve tenere in considerazione nella prosecuzione di attività di networking.

Anteprima della Tesi di Cristina Viano

Anteprima della tesi: Reti internazionali e cooperazione tra città: logiche e problematiche del networking attivo nella definizione di politiche e progetti urbani, Pagina 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cristina Viano Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 613 click dal 13/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.