Le politiche strutturali della UE per il turismo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 INTRODUZIONE I Fondi strutturali, quale strumento operativo per l’attuazione delle politiche di coesione, portano necessariamente alla definizione di obiettivi e strategie comuni e concrete non solo a livello comunitario, ma anche a livello nazionale e regionale, basate essenzialmente sulla capacità di favorire la programmazione e la pianificazione degli interventi sul territorio, nel medio e lungo periodo. L’attuale situazione rappresenta il frutto di relazioni e divergenze che hanno visto impegnati i governi europei nella realizzazione di un progetto di unitarietà le cui fondamenta erano state istituzionalizzate col Trattato di Roma del 25 marzo 1957. Nel corso del primo decennio fu compiuto lo sforzo di realizzare un mercato comune, cioè un’area sottoposta ad un regime di libertà degli scambi di merci, lavoratori e servizi e già nel 1968 la politica agricola e quella commerciale acquistavano una fisionomia comunitaria; a ciò ha fatto seguito un periodo di assestamento in cui, a tratti, è prevalsa in alcuni stati membri la tentazione di frenare il processo di integrazione e comunque di lasciare alle forze nazionali prevalenti il compito di condizionare tempi e modi di realizzazione. Verso la metà degli anni ‘70 si cominciavano a porre le basi per una più accentuata convergenza delle economie, attuata anche attraverso la creazione del sistema monetario europeo, nonché per il rafforzamento dell’impegno in vista di una progressiva riduzione delle disarmonie regionali, che prevedeva la realizzazione di programmi di sostegno in favore delle regioni meno evolute, attuate mediante la creazione di appositi fondi. Ma la svolta vistosa verso il processo di integrazione si registra nella seconda metà degli anni ’80, dopo la pubblicazione del Libro bianco e dell’Atto unico, che hanno impresso entrambi una forte accelerazione, anche sotto l’aspetto psicologico, ad un cammino verso un’Europa fondata sulla coesione economico sociale.

Anteprima della Tesi di Marco Schittone

Anteprima della tesi: Le politiche strutturali della UE per il turismo, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale

Autore: Marco Schittone Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1184 click dal 13/06/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.