Endotelina e invecchiamento: caratterizzazione dei recettori cardiaci dell’endotelina in funzione dell’età in un modello sperimentale animale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 CAPITOLO 1 Introduzione L’endotelina-1 (ET-1) è un peptide, isolato inizialmente da cellule endoteliali, che esercita una grande varietà di azioni biologiche, mediate da due recettori, appartenti alla famiglia dei recettori accoppiati alle proteine G e espressi in molti tessuti, fra cui il tessuto cardiaco. L’endotelina oltre alla ben nota potente azione di vasocostrizione, ha effetti inotropi sul cuore, modula l’omeostasi idro-salina, agisce come fattore di crescita cellulare, e, come altre sostanze prodotte dall’endotelio, sembra avere un ruolo importante nella regolazione del tono vascolare e della pressione sanguigna nei soggetti normali. Il processo di invecchiamento sembra essere associato con una diminuzione della produzione endoteliale di sostanze con attività dilatatoria come il monossido di azoto (NO) e con un parallelo aumento di fattori contratturanti come l’endotelina. La conoscenza delle alterazioni di questi effettori in funzione dell’età, oltre a permettere di chiarire i meccanismi legati alla disfunzione endoteliale che accompagna il processo di invecchiamento, potrebbe permettere di valutare l’efficacia di interventi volti a ritardare tale processo, quali i regimi dietetici a basso contenuto calorico, che, in modelli animali, si sono mostrati capaci di rallentare i processi primari dell’invecchiamento.

Anteprima della Tesi di Maristella Maltinti

Anteprima della tesi: Endotelina e invecchiamento: caratterizzazione dei recettori cardiaci dell’endotelina in funzione dell’età in un modello sperimentale animale, Pagina 2

Diploma di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Maristella Maltinti Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1031 click dal 24/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.