La ripresa della stampa libera nella città dello Stretto: il «Notiziario di Messina» (1943-1953)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

  2  La ripresa della stampa libera nella città dello Stretto. Il «Notiziario di Messina» (1943-1953) Figura 1.2. Bombardamento del 30 gennaio 1943. Fonte: M. Mastronardo, op. cit. infatti, in seguito al disastroso sisma del 1908, le nuove case erano state costruite secondo la moderna metodologia del cemento armato (Messina fu la prima città in Italia ad avvalersi di tale tipologia costruttiva) 3 . In tal modo, quando i piloti sorvo- lavano il centro abitato vedevano le abitazioni come se fossero totalmente integre, dal momento che i muri perimetrali rimanevano in piedi, e avevano l’impressione che le bombe non procurassero l’effetto desiderato. Messina, vista dall’alto, sem- brava così intatta da essere definita dai piloti inglesi e americani “città fantasma”; così ogni qualvolta altri velivoli alleati attraversavano l’area dello Stretto lancia- vano una quantità considerevole di ordigni riducendo sempre più la città a un cu- mulo di macerie 4 . I bombardamenti divennero ancora più intensi a partire dallo sbarco in Sici- lia (10 luglio 1943), causando danni incalcolabili 5 . Furono ripetutamente bombar- date le zattere in navigazione sullo Stretto e i punti di attracco lungo la zona Nord della città, furono distrutte in gran parte la fabbrica della birra, saponifici, molte industrie agrumarie, e seri danneggiamenti aveva riportato la rete elettrica. Così scriveranno gli storici della Royal Air Force: «Quell’infelice città, dopo l’incursione dell’8 agosto 1943, appariva ridotta in condizioni quasi simili a quella                                                               3   Massimo  Mastronardo,  La  guerra  sullo  Stretto,  in  “Gran  Mirci  Messina”,  2000,  http://www.granmirci.it/guerra.htm.  4  Ibidem.  5  Sui danni bellici risulta utile, oltre ai volumi già citati, anche la consultazione di M.T. Di Paola,  Messina all’indomani dello sbarco alleato, in «Historica», nn. 1 e 2, Reggio Calabria, 1974. 

Anteprima della Tesi di Antonio Bellantoni

Anteprima della tesi: La ripresa della stampa libera nella città dello Stretto: il «Notiziario di Messina» (1943-1953), Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Antonio Bellantoni Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 269 click dal 10/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.