Skip to content

La messa in scena de ''Il campanello'' di Donizetti al ''Reate Festival'' di Rieti tra tradizione e tecnologie: olografia e scenografia

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 rinnovata dello stile della canzone napoletana, 12 oltre che dalle fioriture vocali rossiniane tanto care al pubblico partenopeo. Con i suoi picchi di fisicità e loquacità, il ruolo di Enrico è un vero e proprio tour de force. A proposito di questa parte Carlo Rizzari, direttore d’orchestra nella rappresentazione del 20 agosto 2010 a Rieti che dà origine e motivazione a questa tesi, afferma che «ci sono delle linee di canto soprattutto per il protagonista molto scabrose, direi, perchØ è una parte pensata per un baritono che ha una voce molto acuta e quindi la parte veleggia verso la tessitura alta della voce di baritono e questo presuppone e richiede uno sforzo particolare al cantante». 13 Protagonista dell’opera, Enrico è un corteggiatore respinto (poichØ un po’ libertino) che trama un’atroce vendetta verso il vecchio speziale don Annibale e la giovane Serafina. Questa è messa in atto proprio nella prima notte di nozze: sfruttando il decreto secondo cui ciascun farmacista era obbligato a rispondere personalmente alle richieste diurne e notturne pena la prigionia, Enrico utilizza vari travestimenti e stratagemmi di ogni genere perchØ la notte trascorra senza che lui riesca a coronare i suoi sogni d’amore con la bella Serafina. D’altronde all’indomani lo speziale dovrà partire inderogabilmente per Roma lasciandogli l’ultima possibilità di conquistarla. Mentre fin dall’inizio (dal coro “Facciamo lieti brindisi”, cioè la festa nuziale di don Annibale e Serafina) è stabilito il tono della commedia borghese, al protagonista viene affidato il ruolo piø cinico: come nota Ashbrook al Campanello manca quel tocco patetico, quella furtiva lacrima, che infonde calore umano alla maggior parte delle commedie musicali di Donizetti. (…) Sotto la caricatura delle dichiarazioni solenni di Enrico si intravede un uomo infatuato di se stesso e delle proprie arti irresistibili. 14 Tutto ciò è comunque celato sotto la forma di una farsa ricca di effervescenze verbali e musicali, giocosa e divertente, che aveva come obiettivo primario offrire uno spazio ricreativo al pubblico. 12 Cfr. Ashbrook, William, Donizetti. Le opere, cit., p. 155 13 Di Lena, Carla, intervista a Carlo Rizzari per la sezione Belcanto dell’ufficio stampa del Reate Festival, 21/08/2010, disponibile nella sezione Rassegna audio del sito del Reate Festival: http://www.reatefestival.it/it/interviste-audio.asp, consultato il 13/10/2010 ore 11.30 14 Ashbrook, William, Donizetti. Le opere, cit., p. 154
Anteprima della tesi: La messa in scena de ''Il campanello'' di Donizetti al ''Reate Festival'' di Rieti tra tradizione e tecnologie: olografia e scenografia, Pagina 8

Preview dalla tesi:

La messa in scena de ''Il campanello'' di Donizetti al ''Reate Festival'' di Rieti tra tradizione e tecnologie: olografia e scenografia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Angela Rinaldi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Saperi e tecniche dello spettacolo teatrale, cinematografico, digitale
  Relatore: Mariagrazia Berlangieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pool factory
scenografia virtuale
cesare scarton
olografia
opera lirica
animazione 3d

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi