Skip to content

Istituzioni, opinione pubblica e stampa nella transizione tra Monarchia e Repubblica

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I | L’Italia dall’abisso della guerra alla ricostruzione politico-istituzionale 17 sta erano presenti il “Movimento liberalsocialista”, che faceva capo alle scuole filosofiche di Aldo Capitini e Guido Calogero, alcuni nuclei originari del Partito Repubblicano, vari esponenti di spicco della cultura italiana in- fluenzati dal pensiero di Benedetto Croce, e diverse singole personalità, quali Ferruccio Parri, Ugo La Malfa, Piero Calamandrei ed Emilio Lussu. Il Partito d’Azione, dunque, raccoglieva di fatto quasi tutta la cospirazione an- tifascista non comunista, in un’organizzazione composita che comprendeva molteplici tendenze, da quelle liberali a quelle socialiste. Completamente diversa la vicenda del Patito Liberale (PLI), che non aveva nØ creò un’organizzazione diffusa, rimanendo essenzialmente un par- tito di dirigenti. Privi di organizzazioni efficienti già prima dell’avvento del alla sua opera rivoluzionaria. Fu l'OVRA, la polizia segreta mussoliniana, che si mise a tessere la tela entro la quale l'irriducibile dissidente sarebbe dovuto cadere. Arturo Bocchini, capo della poli- zia, venne incaricato dallo stesso Mussolini e dal Ministro degli Esteri, Galeazzo Ciano, di elimi- nare fisicamente Rosselli, che allora risiedeva nella capitale francese dove, grazie ai suoi cospicui mezzi economici, continuava ad infastidire in tutti i modi il regime. La trappola mortale scattò la mattina del 9 giugno 1937, lungo la strada principale di un piccolo villaggio normanno, chiamato Bagnolesde-l'Orne, dove Carlo Rosselli, assieme a suo fratello Nello, che lo aveva raggiunto da Firenze tre giorni prima, si era recato per trascorrere in un albergo il fine settimana. Ad occuparsi dell'esecuzione materiale del crimine fu un commando composto da risoluti militanti "cagoulards" (gli avanguardisti francesi). Quattro o cinque sicari, dopo un accurato pedinamento e appostamen- to, bloccarono l'auto sulla quale viaggiavano i due fratelli e, dopo averli trascinati fuori dalla vettu- ra, li pestarono e li colpirono ripetutamente al petto e al collo con lunghi coltelli, lasciandoli privi di vita sull'asfalto. Cfr. A. Rosselli, Rosselli, polemista scomodo: ucciso dai sicari di Mussolini, in “Storia in network”, n. 69/70, luglio/agosto 2002, http://www.storiain.net/arret/num69/artic3.asp. Sulla vita e l’operato di Carlo Rosselli si vedano, tra gli altri, G. Angelini, L'altro socialismo. L' eredità democratico-risorgimentale da Bignami a Rosselli, Franco Angeli Editore, Milano, 1999; S. Bucchi, Carlo Rosselli. Dizionario delle idee, Editori Riuniti, Roma, 2000; M. Degli Innocenti, Carlo Rosselli e il Socialismo liberale, Ed. Piero Lacaita, Manduria-Roma-Bari, 1999; A. Garosci, Vita di Carlo Rosselli, II ed., Vallecchi, Firenze, 1973; N. Tranfaglia, Carlo Rosselli dall'interven- tismo a "Giustizia e Libertà", Laterza, Bari, 1968; E. Decleva, Le delusioni di una democrazia: Carlo Rosselli e la Francia, 1919-1937, in «Nuova rivista storica», 1979, f. V-VI; F. Invernici, L’alternativa di Giustizia e Libertà: economia e politica nei progetti del gruppo di Carlo Rosselli, Franco Angeli, Milano, 1987; G. Spadolini, Carlo e Nello Rosselli: le radici Mazziniane del loro pensiero, Passigli, Torino, 1990; A. Bechelloni (a cura di), Carlo e Nello Rosselli e l’antifascismo europeo, Franco Angeli, Milano, 2001; P. Bagnoli, Carlo Rosselli: tra pensiero e azione, Passigli, Firenze, 1985; S. Mastellone, Carlo Rosselli e la rivoluzione liberale del socialismo, L. S. Olschki, Firenze, 1999; Z. Ciuffoletti, Contro lo Statalismo: il socialismo federalista liberale di Carlo Ros- selli, Lacaita, Manduria, 1999; A. Garosci, Profilo dell’azione di Carlo Rosselli e di giustizia e li- bertà, Ed. Partito D’Azione, Roma, 1944; E. R. Papa, Rileggendo Carlo Rosselli: dal socialismo liberale al federalismo europeo, Guerini, Milano, 1999. Per gli scritti di Rosselli si vedano C. Ros- selli, Scritti politici e autobiografici, Polis, Napoli, 1944; Idem, Oggi in Spagna, domani in Italia, Einaudi, Torino, 1967; Idem, Socialismo liberale e altri scritti, Einaudi, Torino,1979.
Anteprima della tesi: Istituzioni, opinione pubblica e stampa nella transizione tra Monarchia e Repubblica, Pagina 13

Indice dalla tesi:

Istituzioni, opinione pubblica e stampa nella transizione tra Monarchia e Repubblica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Bellantoni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Metodi e Linguaggi del Giornalismo
  Relatore: PatriziaDe Salvo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 411

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stampa
notiziario di messina
monarchia
costituzione
comitato messinese di liberazione nazionale
opinione pubblica
costituente
stampa politica
svolta di salerno
stampa del dopoguerra
stampa a messina
stampa in sicilia
istituzioni
ministero per la costituente
referendum istituzionale
bollettino informazione ministero costituente
separatismo
compromesso de nicola
elezioni 2 giugno 1946
repubblica
consulta nazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi