Skip to content

Riqualificazione urbana area ALER, Quartiere Giambellino, Milano

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1. EDILIZIA POPOLARE A MILANO 17 Con gli anni Ottanta ha inizio il processo di frammentazione e dispersione demografica, af- fiancata dalla transizione post-industriale: la città è chiamata a ripensarsi e gli ultimi vent’anni sonoall’insegnadellariqualificazioneresidenzialeestesaaicomunilimitrofi; ilcomplessodiMug- giano del 2003, ad esempio, sfrutta modelli di tipo rurale con cascine ed edifici bassi a corte. Si seguono anche la via della diversificazione, con la costruzione di Residenze Sanitarie Assisten- ziali e Residenze Universitarie, e quella dell’eccellenza, con il recupero funzionale dell’Abbazia di Chiaravalle. 1.3.1 La città si trasforma AT-Casa - Corriere della Sera - di Giulia Reginetti Grattacieli, riqualificazioni industriali e progetti d’autore: come sta cambiando Milano. La costruzione dell’Altra Sede della Regione Lombardia è stata realizzata su progetto del raggruppamento temporaneo di imprese composto da Pei Cobb Freed&partners di New York, Caputo partnership e Sistema Duemila (entrambi di Milano) che, su 89 studi partecipanti, nel 2004 ha vinto il concorso internazionale. I lavori sono durati solo due anni, dopo gli scavi e la bonifica dell’area iniziati a gennaio 2007. L’edificio non sostituisce il Palazzo Pirelli, ma si affianca a esso raggruppando gli uffici ora distribuiti in diverse sedi in affitto a Milano. Sembra passato poco tempo da quel 31 marzo 2008, giorno in cui la signora lombarda si è aggiudicata l’Expo 2015, eppure il restyling della città ha preso un corso che pare inarrestabile. Ora, mentre si prepara a fare da cornice al prossimo Salone del Mobile, noi ci fermiamo un istante. E tra pro- getti, ritardi, inaugurazioni e polemiche, cerchiamo di mettere ordine confusione architettonica che regna nella metropoli. 1.3.1.1 Partiamo dal presente Che cosa abbiamo visto di nuovo in pochi mesi e cosa ci regalerà ancora Milano entro il 2010? Gennaio ha aperto l’anno con la presentazione della nuova sede della Regione Lombardia: un’a- rea di 30.000 mq, un investimento di 400 milioni di euro, 700 persone coinvolte, due anni di costruzione 24 ore su 24. E in zona Melchiorre Gioia è sorto il complesso pubblico progettato da Pei Cobb Freed&Partners (New York) con Caputo e Sistema Duemila (Milano). Quattro edifici curvilinei di 9 piani si snodano attorno alla torre centrale di 39 piani che con i suoi 161,30 metri diventa l’edificio più alto d’Italia. A luglio partirà il trasloco dei 2.500 dipendenti mentre sembra che nel Pirellone di Giò Ponti finiranno i circa mille membri del Consiglio regionale. Solo un mese dopo, per merito del Gruppo Galotti, c’è stata l’inaugurazione dei primi palazzi per uffici in classe A: Auros e Perseo. E già ai primi di marzo, dopo vent’anni di chiusura e cinque di lavori di ricostruzione, Milano festeggiava la riapertura dello storico teatro Puccini. Ma il 2010 è ancora lungo. Pronta a giorni la ristrutturazione energetica di una delle due torri datate anni ‘80, sopra i binari della stazione di Porta Garibaldi. Alte 98 m, presto si rivelarono inadatte per problemi strutturali, dal surriscaldamento delle facciate all’uso massiccio di fibro- cemento. Ecco l’intervento dello studio Cmr: impianti geotermici a pompa di calore, emissioni zero grazie a pannelli fotovoltaici e solari, facciate isolanti a doppia pelle, vetri sfaccettati. Se
Anteprima della tesi: Riqualificazione urbana area ALER, Quartiere Giambellino, Milano, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Riqualificazione urbana area ALER, Quartiere Giambellino, Milano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca De Marini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Edile e Architettura
  Relatore: Giacomo De Amicis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 161

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giambellino
orto urbano
verde urbano
orti urbani
riqualificazione
struttura
urbanistica
progetto
spazio
parco
arti
urbano
arte
metamorfosi
polo attrattore
1400
edilizia popolare
densificazione
milano

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi