L'efficienza energetica degli edifici residenziali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 vecchi edifici esistenti offre l'opportunità di adottare misure ottime dal punto di vista costi/benefici incoraggiando la loro trasformazione in direzione di una maggiore efficienza e sostenibilità ambientale, con esternalità positive di natura economica e sociale. Pensando alla ricchezza del territorio italiano si può senz'altro considerare la conservazione dell'eredità architettonica e culturale del paesaggio il primo beneficio ottenibile da una politica di riqualificazione degli edifici esistenti, cosa che però non esclude i vantaggi economici di tale strategia. In molti casi la ristrutturazione costa molto meno della demolizione e ricostruzione di un edificio esistente, a maggior ragione se si quantificasse il danno irreparabile dal punto di vista sociale e culturale che la trasformazione radicale del territorio porterebbe con sé. Dunque la vera sfida per l'effettiva realizzazione degli obiettivi posti dalle normative nazionali ed europee sull'efficienza energetica degli edifici è la riqualificazione dello stock esistente in modo che gli utilizzi di energia da fonti non rinnovabili siano minimi, che di conseguenza siano basse le emissioni inquinanti di risulta, che migliori la salubrità degli ambienti interni, e che tutto avvenga a mezzo di accettabili costi operativi e d'investimento. Nel primo capitolo della tesi sono descritte e analizzate le tecniche, i materiali e gli impianti disponibili oggi nel campo della riqualificazione energetica degli edifici. Vengono prese in considerazione le tecnologie applicabili all'involucro edilizio, nella componente opaca e trasparente (rispettivamente i muri e le finestre), e i sistemi di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria; per ognuna di queste sono messe in evidenza le possibili applicazioni, le tecniche di realizzazione, i vantaggi, le criticità, e dove possibile gli aspetti economici e ambientali dell'eventuale applicazione. Il secondo capitolo analizza l'iter normativo che dalla direttiva 2002/91/CE arriva al recepimento nella legislazione italiana con la legge n. 192/2005 e relativi decreti attuativi. In questa parte ampio spazio è dedicato a due degli strumenti più importanti per

Anteprima della Tesi di Luca Refrigeri

Anteprima della tesi: L'efficienza energetica degli edifici residenziali, Pagina 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Luca Refrigeri Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7299 click dal 15/06/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.