Skip to content

Una transizione pragmatica dal micro caos ai metodi agili

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2.6 Il Team 5 il linguaggio, e da tre sviluppatori senior. Per permettermi di imparare il lin- guaggio era stato deciso che avrei dovuto allocare parte della mia giornata alla lettura di un libro su Java [9]. La gestione dei compiti era piuttosto caotica e solitamente non si condi- videvano le conoscenze acquisite durante lo sviluppo. Ad ogni programmatore era assegnato un compito adeguato alle sue capacit a, in modo che potesse por- tarlo a termine in autonomia, limitando le interruzioni del lavoro altrui. Non mancavano le proposte di svecchiamento tecnologico anche se motivate pi u dal desiderio di sperimentare una nuova tecnlogia che da un’eettiva necessit a del cliente. Quando si metteva mano al codice scritto da altri capitava si preferisse riscriverlo, poich e comprenderlo rendendolo proprio costava quanto rifarlo. In questo periodo i test erano solo funzionali e la loro esecuzione manuale. Con la ripresa del mercato alcuni senior lasciarono la societ a e furono so- stituiti sia da altri senior che da junior: nel frattempo avevo sviluppato il mio primo servizio web in Java pur non sfruttando completamente le potenzialit a dell’approccio a oggetti. Conoscevo il linguaggio ma non il paradigma, compli- ce il fatto che non avevo ancora sostenuto l’esame di Programmazione 1 sui linguaggi a oggetti. Il primo signicativo cambiamento nel processo di sviluppo si e avuto quan- do il responsabile della produzione, a causa dell’elevato turnover, ha cominciato ad occuparsi del progetto. E stato in questo periodo che abbiamo cominciato a scrivere metodi main come proto-test al ne di provare il codice delle classi. E sempre in questo periodo che abbiamo dato il via a un progetto di test fun- zionali automatizzati, introdotto le proto-storie con la relativa registrazione in Bugzilla 4 [4], e lo stand up meeting giornaliero. Il team e nato per o verso la ne del 2006, quando ho sostituito il responsabile della produzione sul progetto e insieme abbiamo denito cosa si intende quando si parla di team: un gruppo di persone che collaborano e che si aiutano reciprocamente al ne di raggiungere degli obiettivi comuni. Abbozzati i cambiamenti necessari, abbiamo appurato che era desiderio di tutti provare a diventare un team. Gli ultimi mesi di quell’anno furono impegnativi poich e il lavoro era tanto, importante e delicato e il team appena nato era composto solo da un senior e due junior. Con l’inizio del 2007 arrivarono una nuova stabilit a e tranquillit a: uno dei due junior fu sostituito da un senior con particolari doti di analisi. Nel frattempo le richieste del cliente rientrano nell’ordinario. Era il terreno migliore per dare un’accelerazione al cambiamento e per chiedere aiuto a un mentore esterno. Durante quell’anno il team si ingrand nuovamente acquisendo un altro senior e due junior. Ogni responsabile di progetto ha dato la sua impronta al processo produt- tivo e al rapporto col cliente. La crescente divisone delle responsabilit a e la trasparenza nella gestione hanno permesso una maturazione sia dei membri del team che del cliente. La transizione ha avuto inizio in modo quasi naturale per correggere un difetto nel processo di sviluppo. La decisione di diventare agili e stata resa uciale implicitamente alla richiesta di aiuto esterna. Al cliente non e stata comunicata: avrebbe potuto godere degli eventuali beneci derivati dal cambiamento in modo inconsapevole. Dal canto suo comunque ha dimostrato di sapersi adattare alla realt a in trasformazione accettando anche nuove pratiche quali il planning game o l’introduzione della fase di stesura dei test. 4 Applicazione con interfaccia web per gestire il workow dei difetti segnalati.
Anteprima della tesi: Una transizione pragmatica dal micro caos ai metodi agili, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Una transizione pragmatica dal micro caos ai metodi agili

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Manuela Munaretto
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Carlo Bellettini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

extreme programming
pratiche
automatizzazione
team
valori
test driven
pianificazione
pair programming
integrazione continua
stand up meeting
tdd
retrospettiva

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi