Il distretto industriale marshalliano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I.   La  nozione  di   “distretto  industriale”   e  i   suoi   fondamenti   intellettuali:   Becattini e Marshall.      «Definisco   il   distretto   industriale   come   un'entit à   socio­territoriale   caratterizzata   dalla   compresenza   attiva,   in   un'area   territorialmente   circoscritta, naturalisticamente e storicamente determinata, di una comunit à  di   persone   e   di   una   popolazione   di   imprese   industriali.   Nel   distretto,   a   differenza di quanto accade in altri ambienti (ad es. la citt à  manifatturiera), la   comunità e le imprese tendono, per cos ì dire, ad interpenetrarsi a vicenda ››. 6 Questa definizione, che descrive in maniera esauriente e completa il tipo ideale di   distretto   industriale,   proviene   dagli   studi   compiuti   a   partire   dagli   anni   sessanta   da   Giacomo Becattini sul sistema teorico di Alfred Marshall (1842­1924), affiancati alla   rilettura   originale   che   egli   ha   saputo   effettuare   del   pensiero   economico   e   sociale   dell'economista inglese. Il dibattito internazionale a cui questa nozione di distretto ha   dato origine ha coinvolto numerosi campi disciplinari oltre a quello economico, data la   ‹‹pluralità di significati variamente iscritti nel suo codice genetico ›› 7   e la dinamica   compresenza, all'interno del concetto, di un condizionamento reciproco tra fondamenti   economico­produttivi e socio­territoriali, comportando una vera e propria sfida alla   scienza economica standard, che escludeva dal suo campo d'analisi tematiche e fattori   extra­economici.  Occorre, innanzitutto, specificare che Becattini enfatizza la qualificazione di distretto   industriale   come   “marshalliano”   non   per   una   semplice   e   riduttivistica  volont à  6 Becattini,  Riflessioni sul distretto industriale marshalliano come concetto socio­economico , in  «Stato  e mercato », n. 25, 1989. 7 F.  Sforzi, introduzione a  Il distretto industriale  di G. Becattini, Torino, Rosenberg & Sellier, 2000, p.   7. 9

Anteprima della Tesi di Cinzia Roma

Anteprima della tesi: Il distretto industriale marshalliano, Pagina 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Filosofia

Autore: Cinzia Roma Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 564 click dal 06/07/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.