La decisione precauzionale tra normazione, amministrazione e giurisdizione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

21 2.1. La positivizzazione giuridica del principio di precauzione con il Trattato di Maastricht nell’art. 174 (ex art. 130R) :« … La politica della Comunità in materia ambientale … è fondata sui principî della precauzione e dell’azione preventiva, sul principio della correzione in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all’ambiente, nonché sul principio “ chi inquina paga”». L’ Atto Unico Europeo ha introdotto nel trattato CEE un intero titolo dedicato all’ ambiente (titolo VII), aggiungendo gli artt. 130R, 130S e 130T. Mentre queste ultime due norme riguardano rispettivamente la definizione del procedimento decisionale delle deliberazioni ambientali e il riconoscimento della clausola che consente agli Stati di adottare misure più rigorose di quelle intraprese a livello comunitario, quello che interessa più da vicino, per considerare l’evoluzione e l’affermazione in ambito europeo del principio di precauzione, è l’art. 130R 17 . Questa norma individua gli obiettivi dell’azione comunitaria in materia ambientale: «Salvaguardare, proteggere e migliorare la qualità dell’ambiente; contribuire alla protezione della salute umana; garantire un’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali». Il Trattato di Maastricht del 1993 ha modificato il contenuto dell’art. 130R, aggiungendo ad esso dei contenuti nuovi. In particolare, l’art. 174, in base alla nuova numerazione, dopo aver elencato una serie di elementi fondamentali per la politica ambientale europea, al par. 2 introduce esplicitamente il richiamo al principio di precauzione: «La politica della Comunità in materia ambientale …. è fondata sui principî della precauzione e dell’azione preventiva …» . Il legislatore comunitario si è limitato ad inserire nel Trattato una formula ampia e aperta che, per sua natura, si presta a molteplici interpretazioni, fintantoché non interviene una specificazione del contenuto della precauzione. 17 M. CECCHETTI, La disciplina giuridica della tutela ambientale come “diritto dell’ambiente”, cit., p. 10.

Anteprima della Tesi di Ilenia Mauro

Anteprima della tesi: La decisione precauzionale tra normazione, amministrazione e giurisdizione, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Ilenia Mauro Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 380 click dal 23/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.