Risorse energetiche nel Sud Australia: i progetti di sviluppo geopolitico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 Il nuovo Stato approfittò delle sue risorse naturali per sviluppare rapidamente l’industria agricola e manifatturiera, provvedendo anche con un maggior contributo allo sforzo bellico della Gran Bretagna durante la prima e la seconda guerra mondiale. Negli ultimi decenni, l’Australia si è trasformata in un mercato economico avanzato e competitivo a livello internazionale, vantando nel 1990 una delle economie con la crescita più alta nell’ambito dei paesi OSCE; una performance questa, dovuta in larga parte alle riforme economiche adottate negli anni ’80. Le problematiche principali, ormai da qualche tempo, riguardano le questioni dei cambiamenti climatici: l’impoverimento dello strato di ozono, le sempre più frequenti siccità, il controllo e la tutela delle zone costiere, in particolare La Grande Barriera Corallina. Tutto ciò induce i governi degli Stati Federali ad impegnarsi sempre di più in progetti che realizzino uno sviluppo sostenibile. L’Australia ricopre una superficie di 7,686,850 km quadrati (figura 1) e le maggiori esportazioni vengono da risorse naturali come bauxite, carbone, ferro, rame, stagno, oro, argento, uranio, nichel, tungsteno, piombo, zinco, diamanti, gas naturale, petrolio. Il governo è una repubblica federale democratica e il paese è suddiviso in sei Stati e due Territori: Territorio della Capitale Australiana, Nuovo Galles del Sud, Territori del Nord, Qeensland, Sud Australia, Tasmania, Victoria, Ovest Australia. Il sistema di leggi è basato sul diritto Britannico.

Anteprima della Tesi di Luigi Maria Edoardo Mennuni

Anteprima della tesi: Risorse energetiche nel Sud Australia: i progetti di sviluppo geopolitico, Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Maria Edoardo Mennuni Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 296 click dal 24/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.