Speckle tracking 2-D in ecografia vascolare ed ecocardiografia: limitazioni pratiche ed ottimizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.2 Speckle tracking ecocardiografico 3 Il cambiamento dello strain per unità di tempo è detto SR ed è pari alla differenza delle velocità relative a due punti distinti del tessuto rispetto alla loro distanza, Eq. (1.2). € SR = v 1 − v 2 d Eq. (1.2) Siccome lo SR (1/s) è la derivata spaziale della velocità del tessuto (mm/s), e lo strain (%) è l’integrale temporale dello SR, tutti questi tre parametri sono matematicamente legati l’uno all’altro [2]. 1.2.2 Nozioni base della meccanica del miocardio La contrazione del ventricolo sinistro (VS) è simile all’avvolgersi e allo srotolarsi di un asciugamano. Nei soggetti sani, durante la diastole, l’apice del VS esegue una rotazione in senso orario mentre la base in senso antiorario. Durante la fase di eiezione, invece, l’apice ruota in senso antiorario mentre la base in senso orario. Da un punto di vista matematico i diversi parametri della meccanica del miocardio possono essere così descritti [2]: • Rotazione (gradi): spostamento angolare di un segmento miocardico, in proiezione asse corto, intorno all’asse longitudinale del VS, misurato in un singolo piano. • Torsione (gradi): rappresenta la netta differenza tra la rotazione dell’apice rispetto a quella della base, calcolato tra due piani trasversali in proiezione asse corto del VS. • Gradiente torsionale (gradi/cm): è definito come torsione normalizzata rispetto alla lunghezza del ventricolo definita dalla base fino all’apice. Tiene conto del fatto che un ventricolo più lungo possiede un angolo di torsione più ampio. Diversi studi hanno dimostrato che in molte malattie cardiache vengono riscontrati disturbi della meccanica rotazionale. Queste grandezze vengono valutate con l’aiuto dello STE che è in grado di derivarle a partire da tre diversi parametri di deformazione [2]: • Strain longitudinale: rappresenta la contrazione dalla base verso l’apice. • Strain transmurale: nella proiezione asse corto è perpendicolare sia all’asse lungo sia all’epicardio. In questo modo, la deformazione transmurale rappresenta l’ispessimento e l’assottigliamento del miocardio. • Strain circonferenziale: rappresenta il cambiamento del raggio nella proiezione asse corto, perpendicolarmente all’asse lungo e all’asse radiale.

Anteprima della Tesi di Doriana Fimognari

Anteprima della tesi: Speckle tracking 2-D in ecografia vascolare ed ecocardiografia: limitazioni pratiche ed ottimizzazione, Pagina 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Doriana Fimognari Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1989 click dal 23/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.