; Skip to content

Il sostegno alla neo-genitorialità nei Centri per le Famiglie: l'esperienza di Spazio Cicogna

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 residenza di legami, di affetti e di relazioni nuove” (Ferrara Mori, 2006, p.116). E‟un luogo psichico inscritto nel corpo, è un tempo che porta con sé le memorie passate, psichiche e fisiche, dell‟essere stati fatti nascere e crescere, le memorie presenti di attesa di un figlio e quelle future di incontro con un altro da sé (Monti e Agostini, 2010). Storicamente ha sempre costituito la fase più importante della vita della donna, dal punto di vista non solo della procreazione, ma anche dal punto di vista sociale; proprio per il ruolo prezioso e insostituibile di custode della nuova vita e del futuro della famiglia, la donna ha maggiormente goduto nella fase gravidica di attenzioni che le erano altrimenti negate in tutti gli altri periodi dell‟esistenza: la cura e l‟attenzione durante il puerperio, in passato, era estrema e giustificata sicuramente dall‟alta percentuale di morti per “febbre puerperale”, ma anche dall‟attribuzione di sacralità attorno alla figura della puerpera corredata di riti e credenze volti a difendere l‟unicità del momento. L‟ostetrica condotta e tutte le donne vicine alla famiglia, si prendevano cura della donna sia durante la gravidanza che dopo il parto. Una grande rete era infatti tessuta per accudire la neomamma e la sua casa, per permetterle di prendersi cura del suo bambino e relazionarsi con lui per tutto il periodo della “quarantena” (quaranta giorni del puerperio) (Di Lorenzo, 2003). Tuttavia, dal 1950 il luogo della nascita si sposta dalla casa alle strutture ospedaliere, con l‟effetto di rendere l‟evento completamente medicalizzato. La figura dell‟ostetrica cambia e il suo ruolo diviene sempre più limitato, tanto che la donna dopo essere stata dimessa dovrà contare solo sulla rete familiare e sociale per avere un sostegno post partum. Laddove invece le modificazione sociali e demografiche iniziano a modificare profondamente le reti di parentela e le figure sulle quali le famiglie possono contare, comincia a evidenziarsi un sempre maggiore isolamento della coppia genitoriale. I neogenitori si trovano così a sperimentare le nuove funzioni di accudimento del figlio in un contesto di solitudine e smarrimento che, a sua volta, contribuisce ad aumentare lo stress, le ansie, i sentimenti depressivi e il senso di fatica fisica ed emotiva (Prezza, 2006). La maternità negli anni, quindi, è diventata sempre più individuale, se non solitaria (Delassus, 1995). Il sentirsi sola e incompresa delle madri è spesso acuito dal mito occidentale della donna-madre felice, in perfetto equilibrio tra identità femminile, materna e lavorativa e in questa ideologia trovano terreno fertile varie forme di disagio, come la depressione. Esiste una rappresentazione
Anteprima della tesi: Il sostegno alla neo-genitorialità nei Centri per le Famiglie: l'esperienza di Spazio Cicogna, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Il sostegno alla neo-genitorialità nei Centri per le Famiglie: l'esperienza di Spazio Cicogna

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Calò
  Tipo: Tesi di Master
Master in Genitorialità e sviluppo dei figli: interventi preventivi e psicoterapeutici
Anno: 2010
Docente/Relatore: Graziella Fava Vizziello
Istituito da: Università degli Studi di Padova
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 32

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

legge 328/00
famiglia
spazio cicogna
centri per le famiglie
marinopoulos
genitorialità
interventi
sostegno sociale
legge 285/97
graziottin
beck
neo-genitorialità
sostegno
depressione post partum
gravidanza
isolamento
padri

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi