; Skip to content

Cybercrime. Analisi empirica e normativa dei reati informatici. La cooperazione internazionale.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
all'esercizio online del diritto di sciopero o della libertà di espressione: nel contenuto di questi diritti non rientrano le aggressioni sistematiche e prolungate ad un sistema informatico per mandarlo in crash , mentre potrebbe essere scriminato un semplice rallentamento delle prestazioni. 3. Alcuni reati informatici “impropri” Nei due paragrafi che precedono abbiamo descritto la fenomenologia dei reati informatici in senso proprio; le fattispecie di accesso abusivo a un sistema e di danneggiamento informatico, difatti, sono nate insieme alla difusione dei dispositivi elettronici e della rete Internet e sono perciò difficilmente assimilabili a reati tradizionali come la violazione di domicilio, il furto o il danneggiamento comune, mancandone l'oggetto materiale. Si può quindi sostenere che i cybercrime si caratterizzino per la peculiarità dell' oggetto dell'azione criminosa, il quale consiste, chiaramente, nel sofware di un sistema informatico o di una rete di computer 44 . Facendo l'esempio del sabotaggio virtuale sopra descritto, esso non può ritenersi integrato qualora un soggetto distrugga fisicamente un computer, poiché in tal caso egli commette il reato di danneggiamento comune; risponde al contrario di un reato informatico il soggetto che renda inservibile tale dispositivo sovraccaricandolo di operazioni o inserendovi un malware , in quanto l'azione è diretta contro la componente logica e immateriale del computer e non sulla sua struttura fisica 45 . Altri reati sono invece definiti comunemente “cybercrime” in maniera impropria, poiché è diverso il ruolo del dispositivo elettronico nella condotta illecita: se per i reati informatici in senso stretto il sofware è l' oggetto necessario dell'azione, per quelli in senso lato esso è soltanto uno strumento eventuale per la realizzazione del fatto 46 . Ancora più chiaro: mentre le condotte di hacking sono illeciti assolutamente nuovi per il diritto penale, fenomeni criminosi quali le frodi informatiche oppure le intercettazioni online rappresentano solo modalità innovative di reati tradizionali come la trufa e l'intercettazione di comunicazioni. Il criterio della strumentalità non può fondare la definizione dei reati informatici, poiché, al limite, quasi tutti i reati potrebbero essere commessi con l'ausilio delle tecnologie elettroniche 47 e quindi avremmo un'infinità di cybercrime, mere “ copie tecnologiche” di fattispecie previgenti. 44 La classificazione è illustrata da CLOUGH J., Principles of cybercrime, Cambridge, 2010, p. 11-13; 45 In senso conforme al testo P ICA G., v. Reati informatici e telematici, in Dige. Disc. Pen. Eco., Aggiornam. I, 2000, p. 526; contra P ECORELLA C., Diritto penale dell’informatica , Padova, 2006, p. 115; 46 Sui reati informatici in senso lato adottiamo la definizione condivisa dall'intera dottrina anglosassone (tra cui, ad esempio, citiamo RICHARDS J., Transnational criminal organizations, cybercrime and money laundering, New York, 1999, p. 63); la medesima classificazione è stata introdotta in Europa continentale da SIEBER U., The internation al handbook for computer crime. Computer-Related Economic Crime and the Infringements of Privacy, New York, 1986, p. 12; 47 Questo sosteng ono in modo convinto CASEY E., Digital evidence and computer crime. Forensic science, computer and the internet, cit . , p. 5; CLIFFORD R. D. (editing), Cybercrime: the investigation, prosecution and defense of a computer-related crime, cit., p. 14; 19
Anteprima della tesi: Cybercrime. Analisi empirica e normativa dei reati informatici. La cooperazione internazionale., Pagina 15

Preview dalla tesi:

Cybercrime. Analisi empirica e normativa dei reati informatici. La cooperazione internazionale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Spinosa
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Scuola Sup. di Studi Univ. e Perfezionamento S.Anna di Pisa
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Tullio Padovani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 154

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

intercettazione online
skimming
identity theft
dos
spam
frodi elettroniche
convenzione di budapest
danneggiamento informatico
cybercrime
accesso abusivo
legge 48 2008
internet provider
cybercrimes
phishing
legge 547 1993
cracker
ddos
computer forensic
computer crimes
reati informatici
enisa
hacker
cooperazione internazionale
decisione quadro 2005

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi