Skip to content

Il piano di riparto nel fallimento.

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 zia, ai creditori, e lo fa marchiandoli con un vincolo che, ai sensi dell'art. 2913 c.c. 5 , rende inefficaci gli atti di disposizione giuridica che arrechino pregiudizio ai creditori 6 . Nello specifico, ai sensi dell'art. 492 c.p.c. primo comma 7 , il pignoramento con- siste in una ingiunzione, effettuata dall'ufficiale giudiziario nei confronti del debitore, di astensione da ogni atto diretto alla sottrazione di beni propri alla garanzia del credito in- soluto. L'ingiunzione di pagamento è un elemento fondamentale del pignoramento, che, in mancanza di questa, sarebbe considerato nullo o, da alcuni, addirittura inesistente 8 . Ai sensi del terzo comma del medesimo articolo 9 , è comunque possibile per il debitore pi- gnorato richiedere la sostituzione del bene o dell'immobile con una somma pecuniaria di pari valore, purché sia comprensiva di eventuali interessi e sanzioni comminate a causa del ritardato pagamento. Il pignoramento può essere richiesto congiuntamente da più creditori anche nei confronti dello stesso bene 10 ; anche se lo stesso potrebbe essere evi- tato dal debitore qualora versasse la somma per cui si procede nelle mani dell'ufficiale giudiziario 11 ; può essere ridotto qualora il valore del bene o dei beni pignorati risulti su- 5 art. 2913 c.c. .“Inefficacia delle alienazioni del bene pignorato - Non hanno effetto in pregiudizio del creditore pignorante e dei creditori che intervengo no nell'esecuzione gli atti di alienazione dei beni sot- toposti a pignoramento, salvi gli effetti del posse sso di buona fede per i mobili non iscritti in pubb lici re- gistri. ” 6 in tal senso si confronti Micheli G.A. (1961), Del l'esecuzione forzata in Commentario al Codice Civile, Scialoja A., Branca G., (a cura di), Zanichelli, Ro ma – Bologna, p. 61; Satta S. (1971), Commentario al Co- dice di Procedura Civile , Vallardi, Milano, p. 133; Carnelutti F. (1956), I stituzioni del processo civile italia- no, Soc. ed. del Foro Italiano, Roma, p. 16; Redent i E. - Vellani M. (2005), Lineamenti di diritto processua- le civile , Giuffrè, Milano, p. 254; Mandrioli C. (2007), Diritto Processuale Civile , vol. IV, ed. Giappichelli, Torino, p. 68. 7 art. 492 c.p.c. primo comma "Salve le forme particolari previste nei capi segue nti, il pignoramento con- siste in una ingiunzione che l'ufficiale giudiziari o fa al debitore di astenersi da qualunque atto dir etto a sottrarre alla garanzia del credito esattamente ind icato i beni che si assoggettano alla espropriazion e e i frutti di essi". 8 Andrioli V. (1955), Dei Privilegi, in Commentario al Codice Civile, Scialoja A., Branca G., (a cura di), Zani- chelli, Roma – Bologna, p. 81; Trib. Roma 20/06/06 secondo il quale il pignoramento privo dell'ingiun- zione di cui all'art. 492 c.p.c. non notificato al debitore è atto nullo, e non già inesistente e, com e tale, suscettibile di rinnovazione e, pertanto sanabile. Calvosa C. (1953), Struttura del Pignoramento e del se- questro conservativo , ed. Giuffrè, Milano, a p. 10 sostiene invece che in tal caso il pignoramento sarebbe inesistente. 9 art. 492 c.p.c. terzo comma "Il pignoramento deve anche contenere l'avvertiment o che il debitore, ai sensi dell'articolo 495, puo' chiedere di sostituir e alle cose o ai crediti pignorati una somma di den aro pa- ri all'importo dovuto al creditore pignorante e ai creditori intervenuti, comprensivo del capitale, de gli in- teressi e delle spese, oltre che delle spese di ese cuzione..." 10 art. 493 c.p.c. "Pignoramenti su istanza di più cr editori - Piu' creditori possono con unico pignoramento colpire il medesimo bene. Il bene sul quale e' stat o compiuto un pignoramento puo' essere pignorato su c- cessivamente su istanza di uno o piu' creditori. Og ni pignoramento ha effetto indipendente, anche se e ' unito ad altri in unico processo." 11 art. 494 c.p.c. "Pagamento nelle mani dell'ufficia le giudiziario - Il debitore puo' evitare il pignoramento versando nelle mani dell'ufficiale giudiziario la s omma per cui si procede e l'importo delle spese, co n l'in-
Anteprima della tesi: Il piano di riparto nel fallimento., Pagina 7

Indice dalla tesi:

Il piano di riparto nel fallimento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Giacomo Andreoletti
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2009-10
Università: Università degli Studi di Bergamo
Facoltà: Economia
Corso: Economia, innovazione e organizzazione delle imprese nei mercati globali
Relatore: FedericoClemente
Lingua: Italiano
Num. pagine: 192

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fallimento
concorso
creditori
concorsuale
riparto
universalità
privilegi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi