Le implicazioni della moneta unica europea per i mercati obbligazionari internazionali: un'analisi di medio periodo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 LE DETERMINANTI DEL POTERE D’ACQUISTO ESTERNO DELL’EURO La capacità di accrescere, o comunque di mantenere stabile, il proprio potere d’acquisto esterno determina la “forza” di una moneta; a livello nazionale, invece, essa risulta misurabile sulla base del tasso d’inflazione, al quale è inversamente correlata. L’accezione più diffusa ed ampia di moneta “forte” è però quella che, in generale, definisce come tale una valuta il cui tasso di cambio tende ad apprezzarsi nel tempo rispetto alle altre valute, in conseguenza di fattori strutturali che agiscono a sostegno della stessa. Con particolare riferimento alla moneta unica europea, gli elementi rilevanti ai fini della determinazione del suo potere d’acquisto esterno sono: • i ”fundamentals” reali e finanziari dell’UE a 11; • i fattori contingenti connessi alle aspettative; • le strategie di politica economica.

Anteprima della Tesi di Stefano Attici

Anteprima della tesi: Le implicazioni della moneta unica europea per i mercati obbligazionari internazionali: un'analisi di medio periodo, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Attici Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2001 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.